M.G.D. (acronimo)


§

Il primo modo e più efficace per annichilire il nostro sistema immunitario è renderci eterni depressi.
La scienza ha dimostrato che la psiche impatta in modo preponderante sul corpo. In altre parole potremmo anche seguire la dieta più equilibrata e tarata per il nostro DNA, ma senza un umore ottimo alla radice, la risultante sarebbe sempre alquanto dubbia.
Risanare l’alimentazione ma avere pensieri in cortocircuito, “relazioni tossiche”, modi di fare amorali o anti-etici, ci farebbe ammalare comunque ancor prima di tutto il resto.
Il più grande distributore di “spazzatura mentale”, corruzione del tempo e dei valori, nonché immunosoppressore ce lo siamo addirittura comprati facendo rateizzazioni a volte e soggiorna allegro nelle nostre dimore.
Il televisore come tutti i mezzi resta uno strumento, un veicolo che di per sé risulterà sempre neutrale. Se fossimo in un’età dell’oro vedremmo da tale scatola 24 ore su 24 la “Grande Bellezza Umana”, potremmo vedere al contempo il trionfo dell’ingegno materialista ed unirlo senza remore al trionfo di una spiritualità senza lacci religiosi o dogmi beceri.

6147

Una TV reale di Stato senza ingerenze delle multinazionali potrebbe emancipare l’uomo e fargli toccare vette inesplorate, potrebbe indirizzare un popolo verso percorsi virtuosi inenarrabili. Potremmo realmente ritornare ad un senso civico in cui l’inciviltà di accelerare coi pedoni sulle strisce, o della cicca di sigaretta in terra, sarebbero solo incubi sporadici notturni e non più amare realtà del nostro “patriottico quotidiano”.
Rimembro con profondo amore quella televisione degli albori, quell’ammaestramento pubblico che donava corsi di alfabetizzazione in bianco e nero ad un popolo appena uscito dalle piaghe delle Grandi Guerre.
C’era la voglia di migliorare la società, c’era l’ambizione di essere qualcosa di più di una zappa e rutto libero nei bar. C’era il sentirsi Patria, il sentirsi di avere l’esigenza che un mondo migliore per tutti si poteva e si doveva ottenere, dando un reale indirizzo politico di cambiamento.
Ed oggi?
Oggi la Colonia Italia al suon di: «Morte a Sansone e a tutti i Filistei!» , si sta autofagocitando assieme al declino storico della Madrepatria USA.
Bisogna solo prendere atto della stagione in cui siamo. La nostra “primavera araba” è oramai un lontano languido ricordo, dobbiamo solo acquisire consapevolezza del nostro inverno etico, morale e della nostra “freddezza nei valori” oramai divenuti consuetudine.
In tutto questo, abbiamo piazzato nei nostri salotti un freddo sicario esecutore della finale demolizione dell’Impero coloniale: potevamo chiamarlo, piaga, demonio, diavolo tentatore, TV oggi è il suo nome.

Davide Fiorella

§

L’immagine ed il testo sono tratti da  Davide Fiorella

§

Rimembro e … rimpiango …
mentre oggi aborro un nemico che abbiamo noi stessi fatto entrare in casa …

M.G.D. >>> Acronimo, appunto, che sta per … Mental Garbage Dispenser

(il commento è mio, il titolo è mio ma liberamente tratto dal testo)

§

certo, è utile conoscere le tecniche ma poi occorre …


§

Perché imparare a conoscere le tecniche di ingegneria sociale?
Perché, citando Orwell, «vedere ciò che si trova davanti al nostro naso richiede un impegno costante».

Se sappiamo come possono essere programmate, alterate e manipolate le mappe del mondo soggettive, saremo in grado di riconoscere chi proverà a falsificare le nostre e in quale modo.

6146

L’unico modo per immunizzarci dalla manipolazione sociale è pertanto imparare a riconoscere le tecniche che vengono usate per distrarci, terrorizzarci e per indirizzare il nostro consenso.

E se vogliamo essere “liberi” di scegliere dobbiamo rompere le catene che ci tengono schiavi della manipolazione e del controllo sociale.
Dobbiamo scrollarci di dosso la passività con cui ci “beviamo” tutto quello che il mainstream e il potere ci propinano per tornare a pensare in modo “critico” e lucido. Libero, appunto.

Enrica Perucchietti

§

L’immagine ed il testo sono tratti da  Enrica Perucchietti

§

A cosa giova?


Un pensiero fantastico, lungimirante; era attuale quando è stato formulato ma con il trascorrere del tempo (e con l’involuzione etica del genere umano) lo è diventato oggi ancor di più.
E, per far riferimento alla metafora utilizzata, possiamo sicuramente affermare che oggi il mondo è stra-pieno di campanili malfunzionanti e maleodoranti …
e mi trattengo dal parlare delle “chiese” a loro annesse …

Giuliana Campisi

« Chi ha giuste intuizioni in mezzo a cervelli confusi si trova come uno che abbia un orologio che funziona in una città dove tutti i campanili hanno orologi che vanno male. Lui solo conosce l’ora esatta, ma a che gli giova? Tutti si regolano secondo gli orologi della città che indicano l’ora sbagliata, persino chi è al corrente che solo il suo orologio segna l’ora giusta. »

Arthur Schopenhauer

View original post

“lo Demonio ” dei tempi moderni


§

Siamo andati avanti migliaia di anni tra credenze, superstizioni, peccati e terrorismo religioso.
Il nemico invisibile era “Lo Demonio”, poteva essere dentro di qualcuno o dietro l’uscio della propria casa.
Quando il parroco si fosse dovuto levare dalle scatole qualche fedele, poiché quest’ultimo con domande un po’ più normodotate del volgo avesse domandato: “Santità come lo trovo lo Demonio?”, ci sarebbe stato sempre il jolly del prete: “Mistero della fede figliolo, solo Dio a volte ha tutte le risposte”.
Bene.
Per secoli in pratica, siamo stati vessati da credenza terroristica e dogma religioso.
Oggi abbiamo credenza da mass media e dogma scientifico.
Vediamo cosa è cambiato …

6145

Chiunque “predica” dati scientifici avallati da esperimenti che però sono fuori dal “Pensiero Unico” di nostra Santa Chiesa Signora Big Pharma, è l’eretico di turno, l’adoratore dello demonio, il peccatore …

Non esiste altro Dio all’infuori del dogma scientistah.
La credenza terroristica oggi non è più dei preti di un tempo, ma dei giornalisti emissari del Verbo.
Le Chiese sono vuote ma le piazze virtuali televisive hanno aumentato i centri di raccolta a dismisura: salotti di casa con fedele bestiame in ipnosi catartica tra divano e cibi spazzatura.
Le Scomuniche arriveranno direttamente dall’Ordine dei Medici oggi. Chi creerà protocolli sanitari per debellare malattie da fatturati stellari (come cancro ed affini), verrà denigrato e perseguitato mediaticamente fino alla propria morte virtuale civile (siamo civili oggi, niente roghi, solo calunnie mediatiche). Chiunque denigri il Verbo Big Pharma sarà il “Protestante” e chiunque seguirà IL Protestante sarà tacciato di settarismo fanatico.

Evidenze scientifiche dei veleni vaccinali: tutto silenziato.
Evidenze scientifiche dei danni 5G: omesso.
Evidenze scientifiche di alluminio nelle falde acquifere e sui terreni: bevici su.

Quando mi dissero: “La storia è ciclica non è lineare” , ripensai ai mille e mille grafici fatti in decenni di addomesticamento scolastico dove la freccia del tempo era sempre un sinistra verso destra… lineare.

Qualcuno ha plasmato il nostro pensiero dalla culla e lo modellerà a suo uso e consumo fino alla nostra tomba. E molti si meravigliano ancora di quanto delirio c’è fuori l’uscio di casa.
Tutto muta e niente cambia.
Far cambiare tutto per non far cambiare nulla.
Cambia il ciclo, ma è lo stesso ciclo.
Il tempo è una spirale conica, ogni ciclo sarà sempre più energetico, stretto e veloce.
In tal senso lo scientismo anche avrà i giorni contati.

IN SINTESI: il ciclo religioso è al tramonto, quello scientistah oramai si è già sostituito e le masse continueranno a fare le masse al suon di credere & obbedire.
Il recinto è sempre lì e potrà essere saltato in ogni momento,l’altra opzione sarà sempre il solito “belare umanum est” , ma quando la sostituiremo?

Davide Fiorella

§

L’immagine ed il testo sono tratti da  Davide Fiorella

§

È facile costruire una società dei consumi?


§

6144

È facile costruire una società dei consumi?
No, devi prima rendere le masse cronicamente infelici, solo allora comparirà in esse il bisogno compulsivo di comperare la felicità.
Basta creare insicurezza, impoverire le relazioni, favorire l’individualismo, alimentare i vizi, fomentare le competizioni e soffiare sull’egoismo.
Le persone, allora, cercheranno le gratificazioni nelle vetrine e tra gli scaffali dei negozi.

Lorenzo Parolin

§

L’immagine ed il testo sono tratti da  Ragione Critica

§

“noi la nostra scelta l’abbiamo fatta” …


§

Ma questi personaggi sono ancora … “Attivissimi” ???
Ma è incredibile.
O forse neanche poi tanto …
Semplicemente servitori.
Chicco Chicco …

Siamo in periodo carnevalesco ed allora mi viene in mente che Arlecchino era “servitore di 2 padroni” … voi invece ???

§

§

Rinfreschiamoci la memoria …

§

la Paura è …


§

La Paura è un destriero.
Un destriero che viene cavalcato
dai potenti e dai loro fidi servitori;
a volte lo portano al passo, a volte al galoppo,
ma stanno attenti a non farlo mai fermare
e di certo non scendono mai di groppa.

E acqua e biada gliela diamo noi …
Quando lo capiremo sarà sempre troppo tardi.

§

Sbalorditive coincidenze


§

Lo so che è un video un po’ lunghetto però gli argomenti trattati sono di strettissima (allucinante) realtà. Attenzione però, guardarlo potrebbe anche provocarvi uno strano effetto collaterale … chissà, potreste forse (per associazione di idee) cominciare a vedere con un marcato senso di angoscia un famosissimo (e apparentemente innocuo) gioco da tavolo … il “puzzle”.

§

§

Intanto nel mondo reale….


§

In Italia ogni anno si ammalano di cancro circa 370.000 persone. Più di 1000 al giorno e ne muoiono quasi 500 al giorno. E’ la peste del secolo ma di prevenzione si parla poco e anche della necessità di cambiare stili di vita. In compenso oggi escono tutorial persino su come lavarsi le mani…

Ogni anno nel mondo circa 1000 persone vengono folgorate dai fulmini. Ovvero dal 2002 (anno scoppio epidemia SARS) ad oggi i fulmini hanno ucciso 18000 persone. Presto da Lidl venderanno parafulmini portatili…va fermata questa strage!

18 milioni all’anno muoiono di malattie cardiovascolari. Circa 50.000 al giorno. Che ce ne frega, ma sì strafoghiamoci di merda venduta come fosse cibo che presto moriremo tutti di Coronavirus.

In Italia da decenni muoiono circa 2 persone al giorno di influenza. Pretendo dal prossimo anno stesso trattamento mediatico per il virus influenzale. “Ancora 2 morti per influenza”….”Flash: Nord-ovest stamattina altro decesso”. “+++OGGI GIORNATA NO, salgono a 3 le vittime da influenza+++”. Pretendiamo tutti pari dignità per le infezioni. Basta con la discriminazione virale!

I bimbi morti al giorno in Africa per fame o complicazioni da diarrea sono 7000. Quasi 5 al minuto. Magari ci fossero supermercati da assaltare e magari riuscissero a tossire forte, qualcuno si accorgerebbe di loro.

I sottopassi di Istanbul sono pieni di ragazzini siriani scappati dall’ennesima guerra “imposta” dall’estero. Sono fantasmi che camminano tra i turisti che vengono a farsi i trapianti di capelli. A proposito, dove sta la Siria? Forse c’è un atlante sotto il peluche a forma di Coronavirus.

Dall’Iraq entrano in Iran decine di migliaia di iracheni. Vengono a curarsi perché gli ospedali iracheni – dopo due guerre e un decennio di sanzioni – non sono sufficienti. A proposito di sanzioni. In Iraq le sanzioni hanno causato la morte di mezzo milione di bambini.

P.S. Arriveranno i soliti attacchi: “Vuoi sminuire”. No, anzi, ringrazio medici, infermieri e Istituzioni che lavorano H24. Certe misure per evitare il contagio sono giuste (e sarebbero da adottare sempre). Dico solo che più lucidità aiuterebbe tutti quanti.

Alessandro Di Battista

§

Il testo è tratto da  Alessandro Di Battista

§

 

La manipolazione consapevole


§

– Propaganda –

“La manipolazione consapevole e intelligente delle abitudini organizzate e delle opinioni delle masse è un elemento importante della società democratica.
Coloro che manipolano questo occulto meccanismo della società costituiscono un governo invisibile, vero potere dominante del nostro Paese.
[…] Siamo governati, le nostre menti modellate, i nostri gusti costruiti, le nostre idee suggerite, in gran parte da uomini dei quali non abbiamo mai sentito parlare. Si tratta di una logica conseguenza del modo in cui è organizzata la nostra società democratica.
Un gran numero di esseri umani, in questo modo, deve cooperare se si deve vivere insieme come una società che funziona senza problemi.
[…] In quasi ogni azione della nostra vita quotidiana, sia nella sfera della politica o dell’attività economica, nella nostra condotta sociale o nel nostro pensiero etico, siamo dominati da un numero relativamente esiguo di persone […] che sono a conoscenza dei processi mentali e di modelli sociali delle masse. Sono loro che tirano i fili e controllano la mente del pubblico.”

6143

S. Freud a sinistra — E. Bernays a destra nella foto

§§§

Devi capire quanto sono potenti i tuoi pensieri e che la percezione determina la tua realtà.
Alcuni (pochi) di noi lo sanno.
“Loro” lo sanno e “Loro” lo usano a loro vantaggio.
Impara e comprendi questo in modo da poter pensare un po ‘di più con la tua testa.

§

La citazione ed il testo sovrastante sono tratti da      Vittorio Mariga

§<>§

Edward Louis Bernays, statunitense ma di origine austriaca, è famoso anche perché nipote di Sigmund Freud.
Bernays fu uno dei primi spin doctor, ed è considerato uno dei padri delle moderne relazioni pubbliche, di cui, già nei primi anni del Novecento, teorizzò le principali regole fondanti.
Con le teorie sulla psicologia elaborate dallo zio, Bernays fu uno dei primi a commercializzare metodi per utilizzare la psicologia del subconscio al fine di manipolare l’opinione pubblica.
A lui si devono le locuzioni “mente collettiva” e “fabbrica del consenso”, concetti importanti nel lavoro pratico della propaganda.
Bernays aveva intuito che, se era possibile usare la propaganda ai fini di guerra, era sicuramente possibile usarla anche in un contesto di pace.
Lo zio gli mandò una copia della sua ‘Introduzione alla psicoanalisi’ e Bernays rimase affascinato dall’immagine di forze irrazionali nascoste all’interno della mente umana e si domandò se fosse possibile guadagnare manipolando l’inconscio; formulò, in tal modo, l’ipotesi che era necessario trovare quello che doveva evocare l’emozione irrazionale della gente.
Nel 1928 pubblicò Propaganda (l’unica delle sue opere ad essere tradotto in lingua italiana, anche se solo ottant’anni dopo), il suo libro più celebre, in cui scriveva come il consulente di relazioni pubbliche anticipa gli umori della gente.
Nella sostanza, la sua convinzione era che una manipolazione consapevole e intelligente delle opinioni e delle abitudini delle masse, svolge un ruolo importante in una società democratica.
Nasceva così il concetto secondo cui chi è in grado di padroneggiare questo dispositivo sociale può costituire un potere invisibile capace di dirigere una nazione.

(quanto avete appena letto è un sunto tratto da Wikipedia ma il personaggio, la sua storia e le sue “opere” meritano di essere conosciute e approfondite perché è in parte anche colpa sua se il mondo è come lo potete vedere oggi)

§

Cervelli immunodepressi


Il simplicissimus

ScËne de carnaval ou Le menuetAnna Lombroso per il Simplicissimus

Oggi, martedì grasso, a ridosso delle meritate penitenze quaresimali, a descrivere percezione e stati d’animo di tutti – compresi quelli che cercano di mantenere vivi gli anticorpi della ragione minacciati da passioni ancestrali e pulsioni animali di difesa ferina del proprio territorio e della propria vita –  più delle foto del personale addetto con tute e scafandri da Contagio di Soderbergh,  andrebbero bene certi bozzetti e schizzi di Guardi, di Tiepolo o di Goya.  Quelle, per intenderci,  che illustrano il dinamismo effimero, profetico di morte, dell’attimo fuggevole: moltitudini di persone che, come larve trasportate dall’istinto e dalla passione,   mettono in scena la   decadenza di imperi che si credevano inviolabili, come in un  theatrum mortis nel quale recitano la malinconia della caducità, del marcio e del fatiscente, il senso della corrosione, il morso del tempo e delle intemperie.

Nella Cina da dove sarebbe partito il contagio…

View original post 1.022 altre parole

Gli sciacalli al tempo del colera


Capaci di qualsiasi cosa e incapaci di tutto.

Il simplicissimus

5070966_0645_jackQuando nei giorni scorsi dicevo che l’epidemia di Coronavirus aveva una natura essenzialmente mediatica, non avevo idea di quanto fosse esatta questa definizione: non c’erano dubbi che fare di una sindrome influenzale la peste del 21% secolo era una esagerazione tale da vedervi chiaramente i sintomi di un’occasione presa al volo (non voglio nemmeno pensare a un’origine dolosa) per una guerra ibrida contro la Cina, peraltro già attuata in altre occasioni e con modalità simili. Pechino per evitare le solite accuse di untore si è dovuta mobilitare in maniera massiccia per fronteggiare l’assalto e il risultato è stato che per la prima volta nella storia della medicina in appena due settimane l’agente patogeno è stato individuato e l’intero dna  è stato sequenziato. Uno sforzo gigantesco, riconosciuto da tutti, ma che ha avuto come effetto quello di accendere ancor più i riflettori sulla vicenda epidemia, lasciatemela chiamare così come merita.  Ovviamente…

View original post 528 altre parole

dal Coronavirus alla Egregora


§

Cosa sta succedendo realmente in Italia?
Siamo di fronte ad una vera emergenza sanitaria, o ci stanno prendendo ancora una volta per il didietro?
Siamo veramente ad un passo dalla fine della civiltà umana, o il virus dagli occhietti a mandorla rientra nella classica manovra di controllo economico e sociale?
Una cosa è certa: sono bastati pochi casi qua e là per innescare, come un effetto domino, la paura più recondita dell’essere umano.
Per essere onesti, il “qua e là” non è proprio corretto, visto che stranamente ne sono state interessate le due locomotive economiche del Paese: la Lombardia con 47 casi e il Veneto con 12.
L’analisi della distribuzione dei focolai indica che le comunità cinesi si sono stanziate solo al Nord.
Ma se sono i cinesi (e le persone andate in viaggio in Asia) a portare il virus, è molto strano che non ci siano casi a Roma o in altre grandi città ben compartecipate da lavoratori cinesi e/o viaggiatori …

6142

La gente è letteralmente terrorizzata dagli avvoltoi che lavorano nei media mainstream, squallidi esseri abituati a sguazzare nella melma emotiva ogni giorno. Ma altri problemi si affacciano all’orizzonte per l’uomo moderno: i social e gli smartphone.
Basta infatti accedere a Facebook o avere un semplice account Whatsapp per essere letteralmente infettati da messaggi terroristici della peggiore specie.
Quello che sta girando sotto forma di byte è sicuramente molto più pericoloso del virus stesso!
A buttare benzina sul fuoco e alimentare la paura ci hanno pensato le amministrazioni comunali e regionali facendo chiudere attività commerciali, negozi e addirittura scuole.

PENSIERI ED EGREGORA

Quando molti pensieri si focalizzano in una unica direzione, e quando questi pensieri sono associati e potenziati da forti emozioni, come per esempio la paura, si viene a generare una “forma-pensiero” che va sotto il nome di “Egregora” o “Eggregora”.
L’Egregora è assai ben conosciuta sia dalla massoneria che da tutte le religioni e i movimenti spiritualisti del globo. E’ una specie di “creatura immateriale” che può crescere se viene alimentata costantemente dall’attività psichica. Il nutrimento d’eccellenza che il Sistema ha scelto è ovviamente la paura!
Pensieri ed Egregora sono creatori a loro volta…
Quale mondo si potrà mai creare se vengono nutriti costantemente?
La paura è una emozione funzionale importantissima e vitale, ma quando viene usata fuori dal suo contesto naturale e fisiologico, induce una cascata di problemi tra cui l’immunodepressione che rende l’uomo più fragile e cagionevole di salute.
Miliardi di persone fragili o facilmente predisposte alle patologie sono grasso che cola per chi vuole ridurre la popolazione globale, guadagnando montagne di soldi dalla riduzione stessa …

INCIDENZA E MORTALITA’ DEL CORONAVIRUS

Cerchiamo di capire cosa sta realmente succedendo a livello globale.
Secondo i dati del Worldmeter sul Coronavirus, costantemente aggiornati, ci sarebbero in totale:

– 78.880 contagiati
– 2.466 morti.

Se su 79.000 persone infette 2.400 sono morte, stiamo parlando di un virus la cui mortalità è pari al 3% circa. Ricordo che la Sars viaggiava attorno al 9%!

Mortalità del coronavirus: 3%

Come mai viene decretato per sei mesi in Italia lo stato di “Emergenza sanitaria”, vengono isolati ospedali e intere città, chiuse scuole, per una banale influenza? Come mai non è stato fatto per la sars, l’aviaria, la mucca pazza? Ovviamente ci devono essere altre spiegazioni …
Forse ci stanno abituando allo Stato di polizia testando fino a che punto rinunciamo alle nostre libertà?
Sembreranno queste delle eresie per chi si informa solo tramite la televisione.
Forse a chi sta arraffando nei supermercati scatolette di tonno pinna gialla e fagioli borlotti; a chi sta riempiendo il carrello di acqua in bottiglia e confezioni di pile tripla A per la nuova torcia acquistata su Amazon assieme all’immancabile best seller: “Come sopravvivere ad un conflitto nucleare”, sfugge un piccolo particolare.
Nessuno ha detto loro che ogni anno muoiono in Italia per influenza stagionale moltissime persone. Ma tutti quanti stanno attendendo con trepidazione il vaccino!
Secondo il dottor Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, “in Italia i virus influenzali causano direttamente all’incirca 300-400 morti ogni anno, con circa 200 morti per polmonite virale primaria. A seconda delle stime dei diversi studi, vanno aggiunti tra le 4.000 e le 10.000 morti ‘indiretti’, dovute a complicanze polmonari o cardiovascolari, legate all’influenza”.

OGNI ANNO IN ITALIA MUOIONO 10.000 PERSONE PER COMPLICANZE DA VIRUS INFLUENZALE

Se teniamo conto che ogni anno muoiono 10.000 persone anche per infezioni prese in ospedale, il quadro assume una connotazione paradossale.
Quindi in Italia ogni anno più di 20.000 persone se ne vanno al creatore per un virus stagionale o per una infezione ospedaliera e per UN morto in Veneto siamo quasi alla Legge Marziale?
Qualcosa sfugge alla logica, anche perché il morto in questione, come la maggioranza delle persone interessate da infezioni simili, non era proprio un giovanotto: aveva 78 anni e non godeva proprio di perfetta salute.
Infatti l’altro tassello che manca a quelli che girano disperati per i centri commerciali alla ricerca dell’ultima bottiglia di Amuchina, è che nessuno muore per un virus, ma sempre per l’aggravamento di patologie pregresse.
Una persona in perfetta salute può morire per un virus? Assolutamente si, se il patogeno è appiccicato al paraurti del camion che la investe!

LA PAURA ALIMENTA LA PAURA

Per essere mantenuti in uno stato di terrore e ipnosi oltre alla televisione ci hanno messo a disposizione Whatsapp, una app sicuramente utile, il cui rovescio della medaglia però è inquietante…
I messaggi sulla diffusione del coronavirus che viralmente girano in tutti i cellulari sono molto pericolosi, sicuramente più del virus stesso (se mai esistesse), sia per la pervasività che per la carica e forza creatrice del nostro pensiero, che se come detto diventa collettivo (egregora), rafforza e amplifica ulteriormente la paura.

La Paura alimenta la Paura

Per accendere la televisione, normalmente, bisogna trovarsi a casa; mentre Facebook e WhatApp sono sempre con noi, perennemente con noi. Il cellulare ce lo portiamo sia in cesso che a letto, e a breve non potremo separarlo dal corpo perché lo avremo impiantato come protesi potenziatrice.
Quindi i dispositivi digitali sono onnipervasivi …

FISIOLOGIA DELLA PAURA

Vediamo ora cosa accade all’organismo quando si è in preda della paura.
Quando respiriamo e mangiamo paura da mattina a sera, il Sistema Nervoso Simpatico istantaneamente e istintivamente produce una cascata ormonale, liberando catecolamine come «noradrenalina» e «adrenalina» e ormoni come «estrogeno», «testosterone» e «cortisolo».
L’organismo reagisce con l’aumento del tono muscolare per l’azione (attacco o fuga) e con l’aumento della frequenza cardiaca (per far scorrere più velocemente il sangue) e del ritmo respiratorio per aumentare l’apporto di ossigeno.
Il fegato genera lo zucchero (leggasi diabete) partendo dal glicogeno, il tutto per avere energia per l’attacco o la fuga. Aumenta perfino il fattore di coagulazione del sangue per minimizzare eventuali perdite da ferite, e i vasi si restringono nell’apparato gastro-intestinale (non dobbiamo digerire se stiamo rischiando la vita).

Questo sconvolgimento elettro-chimico-fisico è totale e assolutamente funzionale in natura (per gli animali) cioè quando si vive realmente un pericolo. Ma tutto torna alla normalità quando il pericolo è finito.
L’uomo rispetto agli animali è dotato della mente: uno straordinario strumento che se viene usato male, lo inguaia.
Gli animali per esempio non hanno paura dei virus, perché non sanno cosa siano; i bambini piccoli non hanno paura della morte perché non la conoscono!
La mente dell’uomo invece è in grado di generare i problemi semplicemente pensando e vedendo un messaggio al cellulare. Poi la mente continua ad alimentarli rimuginandoli …
Oltre a quanto detto, una delle prime cose che il cervello dell’uomo attiva quando c’è paura sono i Tubuli Collettori dei reni! Lo scopo è trattenere il liquido più importante e prioritario per la Vita umana: l’acqua. Quindi ci gonfiamo e potenziamo gli edemi, anche quelli cerebrali.

Infine l’ultimo tassello da conoscere è che nel cervello esiste una piccolissima ghiandola detta ipofisi (pituitaria) che svolge un ruolo centrale in tutto questo. La sua parte anteriore si chiama “adenoipofisi”, quella posteriore “neuroipofisi”
L’adenoipofisi secerne: FSH e LH (ormoni mestruali), TSH (ormone tiroideo), GH (ormone della crescita), Prolattina, ACTH (cortisolo). Mentre la neuroipofisi secerne solo due ormoni: Ossitocina (l’ormone dell’amore) e ADH (l’ormone della paura).
L’Ossitocina viene prodotta durante l’atto sessuale, durante il parto e l’allattamento, ecc. e viene chiamata l’ormone dell’Amore, perché indica che si sta provando piacere.
L’ADH è invece l’ormone della paura, e funge da antidiuretico, cioè fa trattenere liquidi.
La cosa interessantissima è che la neuroipofisi può secernere SOLO UNO dei due ormoni contemporaneamente.
Il significato di questo è molto profondo: l’uomo può scegliere se vivere nell’Amore e nel piacere (ossitocina), oppure nella paura (ADH).
Contemporaneamente, queste due condizioni sono impossibili: da qui possiamo comprendere che il contrario dell’amore è proprio la paura!

PAURA E AMORE SONO IN ANTITESI!

In quale stato d’animo vogliamo vivere? Quale mondo vogliamo lasciare ai nostri figli?
La strada imboccata sta alimentando l’egregora, cioè quel mostro che a sua volta fomenterà il terrore per autoalimentarsi, se invece si vuole un mondo migliore allora è arrivato il momento di cambiare!
Piuttosto che far girare video e/o messaggi che abbassano il livello e la vibrazione delle coscienze – partecipando de facto al gioco del Sistema – facciamo girare materiale utile al risveglio delle coscienze.
Messaggi che illustrano per esempio che i microrganismi non sono esseri demoniaci pronti a sterminare il pianeta, ma esseri viventi che popolano la Terra da milioni di anni, ben prima che il bipede chiamato uomo facesse la sua apparizione. Oggi questi vivono all’interno e all’esterno dell’uomo nel cosiddetto Microbiota, e il loro numero è 10 volte superiore a quello di tutte le cellule organiche. Da questo punto di vista la guerra al microbo è follia allo stato puro: combattere i microbi significa uccidere l’uomo stesso. Ecco perché la parola chiave non dovrebbe essere guerra ma simbiosi.
Messaggi quindi che spiegano che il microbo non è nulla a confronto del terreno biologico dell’uomo. Se il suo terreno è in salute non c’è trippa per gatti!
E se siamo nell’amore e nel piacere, non possiamo avere paura, e se non si ha paura si è fuori dal Sistema: si è Uomini Liberi …

PS: per questa breve analisi non importa sapere se il virus è uscito accidentalmente dal laboratorio cinese di Wuhan per un errore umano, o se è stato ingegnerizzato e messo in circolazione dall’America come atto di guerra economica alla Cina, o se invece si tratta delle prove generali di una futura pandemia, con l’intento di verificare le reazioni delle masse …
Cambiano gli scenari (addendi) ma il risultato non cambia: lo scopo è sempre il controllo dell’uomo!
Il Sistema si nutre di odio, paura e terrore, per cui se interrompiamo questo circolo vizioso e perverso lo faremo morire d’inedia …

di   Marcello Pamio III

Tratto da  www.disinformazione.it

§

L’immagine ed il testo sono tratti da
Marcello Pamio III

§