la “vera” cultura


§

1281

“Cultura, non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri (…).

Cultura è la stessa cosa che la filosofia… ciascuno di noi è un poco filosofo: lo è tanto più quanto più è uomo…
Cultura, filosofia, umanità sono termini che si riducono l’uno nell’altro (…).
Cosicché essere colto, essere filosofo lo può chiunque lo voglia.
Basta vivere da uomini, cioè cercare di spiegare a se stessi il perché delle azioni proprie e altrui, tenere gli occhi aperti, curiosi su tutto e tutti, sforzarsi di capire; ogni giorno di più l’organismo di cui siamo parte, penetrare la vita con tutte le nostre forze di consapevolezza, di passione, dì volontà; non addormentarsi, non impigrire mai; dare alla vita il suo giusto valore in modo da essere pronti, secondo le necessità, a difenderla o a sacrificarla.
La cultura non ha altro significato.”

Antonio Gramsci – “Quaderni del Carcere”

§

( tratta dalla pagina FB di  Filosofia e Storia della filosofia )

§

anche questa è … “crescita” ?…


§

1270

“Il bambino nasce filosofo,
pone domande, ascolta, elabora risposte;
poi arriva l’adulto con i suoi:
“non puoi capire”,
“è così e basta”,
“quando crescerai capirai”,
“ascolta quello che dico perchè sono più grande”,
“zitto quando parlano i grandi”,
“è così, è sempre stato così”,
“il tuo lavoro è andare bene a scuola”.
Piano piano spegne la fiamma e
il bambino vivo diventa un adulto morto.”

(Egon Schiele)

§

( tratta dalla pagina FB di  Realtà, inganno e manipolazione )

§

lo “Scopo”


§

Una giusta riflessione …
che alberga in pochissime menti;
se si diffondesse tra i popoli
il mondo sarebbe senz’altro un posto migliore !

§

1259

“Uomo, ricorda per un istante il tuo giudizio.
Ti scuso per non conoscere ancora la sublime destinazione che dovresti adempiere nell’universo: ma per lo meno non dovresti accecarti sul ruolo insignificante che vi adempi durante il breve intervallo percorso dalla tua culla fino alla tomba.
Dai un’occhiata a ciò che ti occupa durante questo tragitto.
Credi forse di essere stato dotato di facoltà e proprietà così eminenti, per una destinazione così nulla?”

(Louis-Claude de Saint-Martin)

§

( tratta dalla pagina FB di  Realtà, inganno e manipolazione )

§

la Filosofia


§

che combinazione … vedete che “perla” ho trovato or ora : fa da corollario al mio commento precedente …    😉   

§

1247-aaa

“La FILOSOFIA è un’alta strada alpina, a essa conduce solo un ripido sentiero su pietre appuntite e rovi pungenti; è un sentiero solitario e diventa sempre più deserto quanto più si sale, e chi lo percorre non deve conoscere spavento, ma deve lasciarsi tutto alle spalle e di buon animo aprirsi da sé la via nella fredda neve.”

~ A. Schopenhauer, “Scritti postumi”, 1804/60

§

( tratta dalla pagina Fb di  Filosofia e Storia della filosofia )

§

teoria o realtà ???


§

per una sorta di par condicio, dopo aver postato un bellissimo brano di un grande credente (nel post precedente), eccovi un pensiero (sinceramente vi dico che è da me condiviso) che proviene da chi credente di certo non è;
l’immagine è stata trovata nell’universo del web ed io l’ho trovata in FB ma non è dato conoscere il nome dell’autore …

§

1205

§

Un giorno tutto questo sarà tuo …


§

1186

§

“In nome del progresso, l’uomo sta trasformando il mondo in un luogo fetido e velenoso (e questa è tutt’altro che un’immagine simbolica).

Sta inquinando l’aria, l’acqua, il suolo, gli animali… e se stesso, al punto che è legittimo domandarsi se, fra un centinaio d’anni, sarà ancora possibile vivere sulla terra.”

(Erich Fromm)

§

( tratta dalla pagina FB di  Realtà, inganno e manipolazione )

§

gli Uomini


§

1184

“Ci stupiamo che nell’uomo ci sia l’ingiustizia poiché giudichiamo che l’uomo sia la cosa più preziosa del’universo e l’essere più saggio di tutti.
Invece egli sta in mezzo tra gli dei e le bestie: alcuni assomigliano agli dei, altri alle bestie, la maggioranza sta nel mezzo.
Coloro che per la loro corruzione son vicini agli animali senza ragione, trascinano e maltrattano gli uomini che sono nel mezzo: e questi, che pur sono superiori a coloro che li maltrattano, si lasciano dominare dagli inferiori poiché sono in certo modo inferiori ad essi, perché non sono ancora virtuosi e non sono preparati a non soffrire quei mali.
I malvagi comandano per la viltà dei loro sudditi.
Gli uomini sono cattivi involontariamente.
L’anima inferiore obbedisce al temperamento fisico ed è costretta a desiderare, ad adirarsi, ad essere umile nella povertà, orgogliosa nella ricchezza e tirannica nei poteri.
Quella superiore, resiste nelle stesse circostanze, modifica le cose piuttosto che essere modificata, sicché ne muta alcune, altre ne tollera, ma senza peccare.
Quando l’anima, cangiata dalle cose esterne, agisce come sotto l’impulso di un movimento cieco, ne l’azione ne la disposizione sua si devono chiamar volontarie; similmente avviene quando essa peggiora spontaneamente in quanto non segue sempre i suoi impulsi retti ed essenziali.
Ma quando essa, nel suo impulso, prende come guida la sua propria ragione pura e impassibile, soltanto allora si deve dire che quell’impulso dipende da noi, che è volontario ed è opera nostra, che esso non viene da altro luogo se non dall’interno dell’anima pura, dal principio primo dominatore e signore, non da un’anima sviata dall’ignoranza, prostrata dalla violenza dei desideri che sopraggiungendo la conducono, la trascinano e non permettono più che in noi ci siano azioni, ma passioni. Le azioni migliori vengono da noi.”

(Plotino)

§

( tratta dalla pagina FB di  Realtà, inganno e manipolazione )

§

Sfruttati


§

1123

“La religione, la politica, la società vi sfruttano e voi ne siete condizionati, venite spinti in una certa direzione.
Non siete esseri umani: siete ingranaggi di una macchina.
Soffrite pazientemente sottomettendovi alla crudeltà dell’ambiente, quando voi, individualmente, avete la possibilità di cambiarlo.”

(J. Krishnamurti)

§

( tratta dalla pagina FB di  Realtà, inganno e manipolazione )

§