Tassati e mascherati


Un cittadino italiano normale se legge questo articolo non può che essere d’accordo … e, nel farlo, arrabbiarsi;
un politico della maggioranza, un giornalista mainstream, un membro delle task force, un commissario straordinario, un virologo televisivo e compagnia bella ovviamente no.
Ma a quanto pare loro non sono dei semplici e normali cittadini italiani.
Sono altro …
E soprattutto i loro interessi, a quanto pare, non coincidono con i nostri.

il Simplicissimus

protesta-napoli-2Ahahaha… come si fa a non ridere? Dire che ci sono degli illusi che hanno sgombrato i cassetti per trovare posto ai soldi che sarebbero piovuti gratis dall’Europa, non sospettando o non volendo credere che quei denari erano pura fantasia, moneta per l’infame monopoli politicante che adesso canta felice oh che bel balzello marcondirondirondello: intanto che sognate preparatevi a pagare la tassa Covid sulle bollette del gas e dell’elettricità, l’ultima eccitante trovata governativa. E qui la risata si estingue lasciando spazio alla rabbia perché questa tassa viene spacciata dall’esecutivo dei mentecatti  come una misura  per “prendere a chi può per aiutare chi non può”. In un Paese nel quale le multinazionali dell’ e commerce e della rete fanno affari d’oro senza mai pagare più del 3 percento in tasse, quando è proprio grasso che cola e che tra l’altro, grazie alla pandemia di lor signori hanno aumentato in maniera esponenziale…

View original post 649 altre parole

le “loro” guerre


§

In rete mi è capitato più volte di incappare in questa immagine; ve la mostro perché potrebbe essere d’aiuto nel valutare meglio quanto sta accadendo oltre oceano dove la situazione non è quella dipinta dai media, dove i fatti non sono poi così chiari come ve li raccontano, dove si mistifica molto sui “buoni” e sui “cattivi”.
Le cose da dire sarebbero tante ma suggerire solo una riflessione: secondo voi perché dei manifestanti che protestano contro il razzismo e contro l’ingiustizia dovrebbero mai deturpare e distruggere monumenti e manufatti, appiccare incendi, assaltare supermercati e negozi (di cui molti gestiti da afroamericani)?
Forse perché conviene a “qualcuno” che li sovvenziona economicamente (e gli fa pure trovare in strada bancali di mattoni senza la presenza di cantieri nelle vicinanze)?
E pensare che qui nel belpaese c’è chi si è inginocchiato per supportare tali gentiluomini.
Io rifletterei sempre sul principio del “cui prodest” … perché a volte Cappuccetto Rosso è più pericoloso e cattivo del Lupo.

Questi sono gli ultimi Presidenti e l’elenco delle loro “guerre” …

§

6362

§