[Te credi d’esse eterno]


§

[Te credi d’esse eterno]

Te credi d’esse eterno.
Poveretto.

Tutto quello che hai fatto da quer giorno
che hai mosso i primi passi da omo eretto
sarà spazzato via.
Qui tutt’attorno,
indove vedi strade e monumenti
e quelle scatolette puzzolenti
dove ve rinchiudete scioccamente,
ritornerà com’era, e finalmente
s’udrà soltanto er canto degli uccelli,
er vento, e l’acqua chiara dei ruscelli.

Voi sparirete e della vostra storia
se perderà pian piano la memoria.
L’opere d’arte se sgretoleranno,
coperte dalle piante rampicanti.
E tutto quanto, anno dopo anno,
sarà ridotto a ruderi crollanti,
a mucchi de monnezza e plasticaccia
coi quali deturpate la mia faccia.

Ce vorà tempo, ma io so’ paziente.
‘Na mijonata d’anni: pe’ me è niente.
De voi ‘n resterà manco un granellino,
tutto trasformerò in un bel giardino.

V’ho concepiti con letizia e amore,
ma siete stati il mio più grande errore.

Marazico – ©

———————————

L’inquinamento, il riscaldamento globale, gli oceani pieni di plastica non mettono in pericolo il futuro della Terra, ma solo quello di molte specie viventi di questo pianeta.
Tra le quali la nostra.

La Terra ha tutto il tempo di guarire e di far sparire le tracce lasciate dalla nostra stupidità.
Per lei un milione di anni è il tempo di uno starnuto.

§

Immagine molto eloquente (clicca qui per visualizzarla)
e testo tratti da  Marazico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.