uomini o tacchini ?


§

clicca qui

§

«Ahimè, ci siamo scordata la sorte del tacchino – si lamentava ironicamente lo scrittore Aldous Huxley − Date all’uomo pane abbondante e regolare tre volte al giorno, e in parecchi casi egli sarà contentissimo di vivere di pane solo, o almeno di solo pane e circensi».

Quello che più di cinquant’anni fa osservava il romanziere inglese è che un sistema totalitario, per sopravvivere, ha bisogno di suggestionare le menti dei cittadini, offrendo «pane e circensi, miracoli e misteri», canalizzando cioè l’immaginazione delle masse verso distrazioni che allontanino le coscienze da possibili proteste.

Per controllare le masse si deve intervenire sull’immaginario, sedandolo, manipolandolo e offrendo dall’altra la soddisfazione dei beni primari, dal cibo al sesso. Si tratta della cosiddetta “dittatura dolce”.

L’arte del controllo si estende in maniera tanto globale quanto scientifica, ricorrendo alle stesse tecniche della propaganda politica: è così che si sono raggiunti livelli di sconcertante raffinatezza, riuscendo efficacemente a influenzare comportamenti e modi di essere senza nemmeno dover ricorrere alla coercizione fisica.
Rendendo persino gli uomini simili a dei tacchini …

§

Immagine e (triste ma stra-veritiero) testo tratti da  Enrica Perucchietti

§

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.