Dovremmo imparare a …


§

5985

Dovremmo imparare.
Imparare ad esser grati.
Persi come siamo in mille vizi e qualche virtù.
Smarriti tra una smania perversa di acquistare e possedere.
Sempre tristi e incapaci di abbracciare l’esistenza.
Affolliamo i centri commerciali come fossero spiagge cristalline per comperare cose di cui non abbiamo realmente bisogno.
Siamo lontani, sempre più dalla natura, dal contatto con essa.
E bruciamo.
Bruciamo di invidia se l’amico dell’amico ha la macchina più potente, la casa più grande o il cellulare più figo.
Mentre accumuliamo oggetti, stiamo perdendo le persone.
Mentre accumuliamo rabbia, stiamo perdendo la gioia.
Mentre acculiamo nemici, stiamo perdendo l’allegria.
Dovremmo imparare a disimparare, dunque.
E tornare, per un momento, come un bambino, che non ha nulla e che vorrebbe avere solo una cosa.
La possibilità di scegliere che uomo diventare da grande.

– Vincent-

§

Immagine e testo tratti da  Vincent giocoliere di parole

§

Compendio luglio 2019


§

Compendio luglio 2019

Nella ridente Emilia Romagna succede che siano state arrestate diciotto persone con l’accusa di aver sottratto bambini alle famiglie per affidarli ad amici a amichetti dietro compensi. Le accuse includono abusi sessuali, false certificazioni e vere e proprie sessioni di lavaggio del cervello ai danni dei bambini stessi, per convincerli a ricordare negativamente le famiglie originarie.
Però sia chiaro: torturarli? Sì. Abusarli sessualmente? Sì. Fargli il lavaggio del cervello con scosse elettriche? Sì. Ma erano stati tutti quanti, dal primo all’ultimo, regolarmente vaccinati – perché loro ci tengono alla salute dei bambini, eh.
Il presidente del PD Zingaretti, forse considerato quanto orribili siano simili fatti, ha pensato fosse il caso di aggiungere un elemento farsesco, assumendo un pool di avvocati per difendere l’onore del PD dalle malevolenze che subito si son diffuse online. Per mera fatalità, infatti, tra gli arrestati figura anche un sindaco del PD.
Insomma, i comunisti di una volta erano accusati di mangiarseli, i bambini, non di sottrarli alle famiglie, venderli ad amichetti che li abusassero e gli facessero il lavaggio del cervello. Persino nelle malevole accuse che riceve, il PD si impegna a scrivere inedite ed imperdibili pagine politiche.

Da Leuropa invece riceviamo un nuovo, sempre simpaticissimo, consiglio: reintrodurre l’IMU per la prima casa e alzare i valori catastali – per renderla più salata possibile.
Questo domanda l’Unione Europea all’Italia, come ricetta per “ridurre le sperequazioni della nostra politica fiscale” e reperire fondi senza gravare sul bilancio dello Stato. Raccomandazioni del 2 luglio, ratificate dalla Commissione UE due giorni fa.
Hai capito questi Commissari europei, che belle teste?
Il concetto di equità secondo loro consiste nel trovare il modo di spremere fino all’osso i cittadini, ma proprio tutti i cittadini, facendogli pagare dei soldi per il privilegio di abitare nella casa che posseggono.
Insomma, invece di cambiare le regole della creazione del denaro per farci vivere meglio, secondo loro dovremmo vivere tutti peggio per fare funzionare meglio le regole stesse.
Ce lo chiede Leuropa, ovviamente. Se non concordi, sei per definizione un ignorante populista. E anche un po’ razzista, via.

Sul fronte de LaScienzah invece abbiamo una eccezionale breaking news: secondo monsignor LoPalco, uno dei vari sacerdoti improvvisati di questo nuovo e già molto diffuso culto religioso, il morbillo sarebbe più pericoloso dell’ebola.
Si tratta evidentemente di un rilancio a chi la spara più enorme, perché una scemenza simile la aveva già affermata questo stesso luminare riguardo all’AIDS l’anno scorso, e una altrettanto grottesca la aveva sparata un altro dei sacerdoti scientisti ormai due anni orsono, proprio in occasione del lancio di questo culto fanatico, quando scrisse che tra leucemia e morbillo il vero pericolo era il morbillo.
In ogni caso, il trend che vede il morbillo come pericolo pubblico di estinzione umana numero uno è consolidato, almeno per quelli che credono ne LaScienzah. Cioè, quelli terrorizzati dal morbillo.
Cioè, quelli convinti che bambini SANI minaccino la salute di qualcuno.
Insomma, quelli tanto, ma tanto, intelligenti.

Stefano Re

§

Testo tratto da    Stefano Re

§