tra altri vent’anni …


§

5733

Nel giro di una ventina d’anni siamo passati dall’orrore e dalle polemiche per la clonazione di una pecora, alla serena esultanza per quella di cinque scimmiette fatte nascere appositamente malate e “potenzialmente in grado di contrarre molte altre patologie” su cui concentrare i nostri fantastici studi.
L’uomo che, in questo tempo, progetta e produce in laboratorio esseri viventi destinati inesorabilmente a soffrire, è per caso lo stesso che, da millenni, è tormentato dall’insolubile problema dell’origine del male?
È lo stesso che non ce la fa, che non riesce proprio a concepirlo, un dio così spietato e ingiusto da averlo creato per poi abbandonarlo in un mondo di malattia, di dolore e di morte?
Quest’uomo così cinico e spietato, questo glaciale automa concentrato solo sulle sue folli priorità, davvero si crede ancora nella posizione di reclamar salute, gioia e felicità, come “conditio sine qua non” per continuare ad aver fede nel suo dio?
Mah. Trovo tutto così inquietante…
E al solo pensiero di quel che, noi uomini, avremo il coraggio di combinare tra altri vent’anni…
Beh: mi passa di colpo la voglia di esserci.

BoscoCeduo – La pagina di Pietro Ratto

§

Immagine e testo tratti da     Ragione Critica

§

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.