l’Impalcatura


§

4548

Capitolo L’IMPALCATURA

“L’origine del fenomeno non è chiara.
Alcuni avranno voluto ripararsi, forse trascorrevano una lunga convalescenza; forse erano fragili e vulnerabili per una delusione d’amore.
Deve essere stato allora che hanno pensato di costruirsi intorno una complessa impalcatura, fatta di cavi, pulegge e stantuffi, con una facciata impassibile, impermeabile, immodificabile rivolta all’esterno.
Inizialmente, dunque, doveva essere uno strumento di difesa.
Poi, come spesso capita in casi simili, ne saranno emersi vantaggi secondari e imprevisti.
Si poteva stare al riparo dell’impalcatura, protetti da sguardi indiscreti e domande insidiose, e uscire allo scoperto solo quando era il momento di essere sinceri e spontanei, di lasciarsi andare a una confessione o a un abbraccio.
Certo era faticoso sostenere tutti quei cavi, e le pulegge e gli stantuffi; ma ci si esponeva a meno rischi e ci si rivelava solo quando lo si giudicava opportuno.
E, nascondendosi e rivelandosi in modo selettivo, si potevano condizionare parenti, amici e nemici e fare i propri comodi.
Da lì è facile vedere che la cosa non poteva che generalizzarsi: come in una corsa agli armamenti, uan volta che la bomba (o la corazza) ce l’ha uno, sono costretti a munirsene anche quelli che non ci avevano mai pensato.
E’ così che dobbiamo essere arrivato allo stato attuale.
Lo conoscete tutti: siamo oppressi da marchingegni sempre più intricati; gli ultimi modelli consistono addirittura di impalcature multiple, inserite une nelle altre, impalcature che proteggono altre impalcature.
E quando saremo pronti per una confessione o un abbraccio, non sappiamo dire altro che la nostra fatica, l’unica cosa ormai che occupi le nostre giornate.
Non sappiamo stringere che il nostro comune, inarticolato rimpianto.”

§

Un pensiero riguardo “l’Impalcatura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.