SCIE … naturali o innaturali ?


4371

Questo argomento è assolutamente osteggiato e deriso dai media mainstream e dai governi; se qualcuno ne fa cenno viene da tempo coperto di insulti e frasi di scherno, scatta subito l’etichetta di ‘complottista’, si butta in caciara e lo fanno passare per una macchietta.
Eppure di tutto si può discutere in maniera obiettiva ed argomentando le proprie tesi.
Ognuno può formarsi poi una propria opinione in merito;
ma questo dovrebbe essere fatto sempre;
è opportuno informarsi ed approfondire argomenti che non si conoscono;
troppo facile, ma quasi sempre sbagliato, esprimersi con un ‘si’ oppure con un ‘no’ per partito preso o per sentito dire.

Questo filmato (ma è solo uno dei tanti) mostra e descrive alcune situazioni in maniera seria (altro che burla), cercando delle possibili spiegazioni; certo che il parere degli autori è orientato in una determinata direzione (ovviamente diversa da quella ‘ufficiale’) ma non sembra comunque essere opera di esagitati creduloni;
il video fa vedere delle immagini meritevoli di essere divulgate, cercando di commentarle in maniera razionale, pone delle domande e fornisce delle risposte, ognuno è libero poi di valutare e giudicare entrambe; ognuno può formarsi una propria opinione, dicevo, ma non potrà mai farlo in maniera compiuta se prima non cerca le risposte a tali domande …
Non anticipo quale sia la mia opinione perché non voglio influenzare nessuno di voi, vi invito soltanto a visionarlo …

Non cercate mai le risposte altrui … cercate le vostre … qualunque sia l’argomento.

Ecco il messaggio veicolato da questo mio post.

PS – se qualcuno credesse una bufala il fatto che il clima venga ‘manipolato’ dall’Uomo suggerisco di ‘cercare’ (tanto per iniziare), ad esempio, il progetto (ammesso anche dal Governo UsA) HAARP …

§

§

Avvisaglie d’Apocalisse


§

4369

§

Un orso in pessime condizioni, seduto mentre rovista tra i rifiuti in fiamme di una discarica a cielo aperto alla ricerca di cibo.
Lo scatto realizzato da Troy Moth, fotografo canadese, colpisce per la crudezza dell’immagine.
Tanto che il fotografo, quando si trovò per la prima volta di fronte ad un panorama così desolante, non ebbe il coraggio di immortalare la scena.
“Una volta arrivato in quel luogo incredibile non riuscii a scattare”, ha spiegato.
“Il giorno dopo decisi di tornare, ero più preparato ad affrontare quella situazione”.
Moth si trovava in una comunità remota dell’Ontario, in Canada, per girare un documentario.
Davanti a lui un’intera vallata disegnata con toni apocalittici: una natura selvaggia invasa da rifiuti umani.
Nel mezzo un orso, seduto.

4370
“Ho pianto quando ho scattato la foto, ho pianto quando ci ho lavorato, e di nuovo ho pianto tante volte quando ho ripensato a quel momento. E’ sicuramente la fotografia più straziante che io abbia mai scattato”, ha scritto Moth condividendo sulla sua pagina Instagram lo scatto, chiamato ‘Invisible Horseman – 2017 (il Cavaliere Invisibile), con un chiaro riferimento ai cavalieri dell’Apocalisse.
“Il tema dell’Apocalisse è molto evidente in questa fotografia; l’ho percepito quando ho preso la macchinetta e ho scattato la foto; mi trovavo in un luogo isolato, non c’era nulla per miglia e miglia, solo rifiuti e natura.
In quel momento ho realizzato come tutto quello fosse distante da noi, come tutto quello fosse in realtà invisibile agli occhi umani”.

§