del Dominio di Se stessi


§

LEZIONI DI ETICA [antecedente (1775-1780 ca) la pubblicazione della prima edizione della CRITICA DELLA RAGION PURA] è, in effetti, tratta da un corso di lezioni tenuto da Kant presso l’Università di Konisberg, sua città natale, oggi enclave russa tra Polonia e Lituania, con sbocco sul Mar Baltico, con il nome di Kaliningrad.

§

3940

Capitolo    DEL DOMINIO DI SE STESSI

“Il principio universale del dominio di sé consiste nel considerare se stessi in funzione dei fini essenziali dell’umanità o della natura umana e nel ritenere i doveri verso se stessi come le condizioni sotto cui soltanto ogni altro dovere può essere adempiuto.
Tale principio è nello stesso tempo il principio dei doveri verso se stessi e la condizione oggettiva della moralità.
Qual è però la condizione soggettiva dell’osservanza dei doveri verso se stessi? […]
V’è nell’uomo un che di volgare che deve essere tenuto sotto controllo e ridotto con vigile disciplina sotto la regola, usando eventualmente una forza per costringerlo sotto di essa.
Tale elemento è rappresentato nell’uomo dagli atti della sensibilità, che non si accordano con la regola dell’intelletto e che tuttavia in tanto sono buoni, in quanto si accordano con essa.
L’uomo deve avere una disciplina.
Così egli si disciplina mediante le regole della prudenza; per esempio egli vorrebbe dormire ancora a lungo, eppure si costringe a lavarsi, perché ne vede la necessità; così anche egli vorrebbe mangiare o bere di più, eppure si accorge che ciò gli è dannoso.
Tale disciplina costituisce l’autorità esecutiva delle prescrizioni della ragione sulle azioni derivanti dalla sensibilità.
Senonché essa è la disciplina della prudenza o pragmatica.
Oltre di essa dobbiamo possederne un’altra ancora, cioè la disciplina morale, secondo la quale non siamo tenuti a cercare di dominare o domare in nostri atti sensibili non secondo prudenza, ma conformemente alle leggi morali.
E’ questa l’autorità propria della legge morale e qui risiede la condizione sotto cui soltanto ci è possibile adempiere i doveri verso noi stessi.
Perciò, noi possiamo dire che il dominio di se stessi è il dovere più alto che si abbia verso se stessi.
Esso consiste nell’essere in grado di sottomettere ogni nostro principio e facoltà al nostro libero arbitrio.
Ciò è possibile secondo due regole: secondo la regola della prudenza e secondo la regola della moralità.
Senza dubbio ogni regola di prudenza poggia sulla regola dell’intelletto che risulta asservito ai fini della sensibilità e, a causa di tale dipendenza, esso si limita a offrire i mezzi perché l’inclinazione venga soddisfatta.
Il vero dominio di se stessi consiste invece nella morale.
Questa è sovrana e le sue leggi comandano categoricamente sulla sensibilità, non come quelle pragmatiche, dove l’intelletto si serve di un elemento della sensibilità contro l’altro.
Per esercitare su di noi un’autorità sovrana occorre da parte nostra conferire alla moralità l’autorità più grande su di noi, in modo che essa domini sulla nostra sensibilità.
Può l’uomo dominare se stesso se lo vuole?
E’ quel che sembra perché pare che ciò dipenda da noi, cosicché si crede che sia più difficile conseguire il dominio sugli altri che su se stessi.
Senonché la cosa è difficile proprio quando si tratta del dominio di se stessi, perché qui la nostra forza è divisa e la sensibilità è in conflitto con l’intelletto, mentre quando esercitiamo un’autorità sugli altri noi raccogliamo interamente le nostre forze.
[…]”

§

Da questo capitolo avevo già postato la parte successiva a questa, quindi se volete integrare e concludere il ragionamento , lo potete trovare qui …

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...