Pubblicità ProFesso ma ‘sugar free’


§

3603

A seguito del bel contributo postato ieri dell’ottimo Noam riflettevo (purtroppo nei miei risvegli notturni) su un ulteriore aspetto della ‘propaganda’ travestita da ‘pubblicità’.
C’è una arci famosissima multinazionale che da decenni fattura vagonate di soldi vendendo in tutto il mondo una bibita dalla ricetta segreta (un vero veleno in bottiglia), penso che la conosciate tutti;
anche grazie all’aumento nell’utilizzo della rete ultimamente si è cominciata a spargere la voce che lo zucchero è un ‘killer’ pericoloso ed ecco che subito la Ditta (così attenta alla nostra salute) introduce nel mercato le ‘varianti’ dirette a coloro che hanno accesso a questa informazione (perché non saranno certo i media a pubblicizzarla): ecco allora che la “nuova strategia marketing globale ‘One Brand’(?)” fa comparire dal nulla le versioni ‘light’, ‘Zero’ e ‘Life’.
Ora mi sorge spontanea la domanda: sarà casuale questa concomitanza temporale?
Veramente, sotto sotto, me ne sorgerebbe pure un’altra: ma il prodotto sarà veramente diverso nelle tre varianti?
(ho sentito dire che la quantità di zucchero non sia poi tanto diversa, chissà se è vero …)
Comunque resta il fatto che appena cambia il consumatore il mercato subito si adegua per blandire le sue nuove convinzioni.

2581

Che dire di tutti i prodotti sulle cui confezioni ora campeggia (bello in grande) “senza olio di palma” ???
Perché prima non era scritto (o detto alla TV) mentre ora sentono la necessità di evidenziarlo?
Prima allora questo olio molto economico veniva utilizzato?
E se non veniva utilizzato (e chi ci crede?) perché dirlo solo ora?
E ancora, dopo altri decenni di silenzio totale, appena si comincia a sapere che il glutine fa male e che esistono molte persone che potrebbero essere intolleranti a questa sostanza, ecco fiorire una nuova produzione di (costosi) ‘articoli’ per celiaci, ‘senza glutine’.
Si potrebbe pensare che si tratta solo di ‘progresso’ della scienza e della tecnologia … ma queste strane coincidenze temporali non le spiego e quindi rimango scettico rispetto a questa giustificazione.

113

Rimango invece sempre convinto della assoluta assenza di buona fede (a cui lo stesso Noam ha accennato) da parte della pubblicità che non è altro che ‘miele per orsi’, ‘verme per il pesce’, ‘specchio per le allodole’ in cui il consumatore è l’animale (orso, pesce o allodola, fate voi) che immancabilmente finisce in ‘trappola’ …
La ‘ciliegina’ sulla torta della mia repulsione nei confronti della pubblicità riguarda poi il ‘costo’ di un determinato prodotto: quante volte avrete sentito dire che è in vendita a SOLI xxx euro ??? Fossero anche (auto/Suv) più di 20.000 (lo stipendio di un anno) ti dicono “a soli 20.000 euro” (ma li m…acci vostri !!!), anzi no, sono perfezionisti, …

“a soli 19.990 euro” !!!

Non vi sentite presi per il ‘kilo’    ???
Io sinceramente si …

§

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...