Sarà il caldo


§

3819

Sarà il caldo

Mesi, forse anni, in cui parliamo del nulla.
Leggi elettorali, inciuci, manovre politiche… non che non siano importanti ma da molto tempo parliamo solo di questo.
Così in una calda giornata estiva ho pensato a tutto il resto.
Ho pensato che mio padre andrà in pensione, se va bene, a 67 anni e potrà raccontare solo del suo lavoro.
Molti adesso diranno “almeno lui ha un lavoro” e ricadremmo nei soliti discorsi.
Per un momento mi piacerebbe e mi invito a parlare di altro, non che questi discorsi non siano importanti, ma ormai ci hanno messo i paraocchi e spesso i paraocchi ce li siamo messi da soli tanto da farci sembrare morti.
Sì, morti, perché non viviamo.
Inseguire un lavoro che poi ti lascerà poco prima della morte è giusto?
Non avere il tempo di passeggiare in silenzio in un luogo incontaminato è giusto?
Non avere un luogo incontaminato vicino a noi è giusto?
Se fossi un bambino direi che non si dovrebbe lavorare più di 4 ore al giorno per 4 giorni a settimana, se fossi un bambino direi che dovremmo invertire il concetto di pensione, ovvero essere in pensione fino a 60 anni e poi cominciare a lavorare, se fossi un bambino saprei cosa è davvero la felicità, se fossi un bambino sarei felice.
Quanto mi piacerebbe che la politica si occupasse di questo, mi obbligasse a viaggiare, a leggere e che mi parlasse della bellezza della natura, che facesse riscoprire il valore della musica classica imponendola come condizione per poter votare.
Ripeto, sarà il caldo, ma penso che passo e passiamo le nostre vite a litigare sul nulla e che abbiamo perso di vista il concetto di “vivere”.
Cosa è vivere?
Cosa riusciamo a coltivare oltre ai doveri imposti dalla società?
Credo pochissimo.
Ci si lamenta, anche giustamente, di quello che non va.
Del lavoro che manca, delle buche per strada, degli ospedali che non funzionano… tutto lecito ma sono discorsi da morti.
Forse dovremmo fermarci e chiederci come usiamo il tempo, come vorremmo usarlo e quanto siamo trascurando la banale felicità fatta di tutto tranne che di discorsi sulla legge elettorale.
Sarà il caldo ma mi piacerebbe, qualche volta, parlare di come oziare, di cosa vi trasmette un tramonto e non di come ci sta rendendo infelici quello che non conta davvero.

§

Grandi pensieri , Pinuccio
li avevo espressi pure io tempo fa …
sarà il caldo …

§

Annunci

Un pensiero riguardo “Sarà il caldo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...