Philosophical problem


§

3610

§

Da
PICCOLA BUSSOLA ETICA PER IL MONDO CHE VIENE
(2012) di Fernando Savater
Capitolo   CHE COS’E’ UN PROBLEMA FILOSOFICO?

§

3718

“La filosofia tratta questioni che ci toccano come esseri umani.
Se qualcuno mi domandasse come si può riconoscere un problema filosofico, come distinguere una questione specificamente filosofica dalle altre che occupano la nostra vita quotidiana, risponderei che una questione filosofica tratta di temi che rivestono interesse per tutti gli esseri umani.
[…]
Gli interessi non filosofici sono strettamente connessi con le cose che vogliamo fare, hanno una dimensione pratica più o meno immediata.
La peculiarità della filosofia, invece, si interroga su quello che siamo in quanto esseri umani, non sui nostri interessi puntuali.
[…]
Ad esempio, se invece di chiedere l’ora, chiedessi che cos’è il tempo.
la domanda, così come la relativa risposta, non avrebbe riflessi immediato sulla mia vita.
Qualunque cosa sia il tempo, continuerò a mangiare, bere, passeggiare, conversare, come ho sempre fatto.
Sapere che cosa sia il tempo non mi cambierà la vita, perché la domanda non ha a che vedere con quello che faccio o che farò ma con quello che sono.
Domandarsi che cosa sia il tempo significa domandarsi che cosa significa vivere nel tempo sapendo che il tempo esiste, significa riflettere sull’alternarsi delle stagioni o del giorno e della notte, significa interrogarsi sulla morte. Domandarsi che cosa sia il tempo vuol dire, in ultima analisi, interrogarsi sulla nostra natura di esseri umani.

3721

Un filosofo tanto illustre quanto complesso come Hegel disse una volta che la grande missione dell’uomo è pensare la vita.
Tutti sappiamo molte cose della vita: sappiamo come ci nutriamo, come respiriamo, come ci riproduciamo.
Che cosa pensiamo però di tutti questi processi?
Che cosa pensiamo del fatto che ci è toccato vivere, che siamo fatti come siamo fatti, che abbiamo un apparato digerente, riproduttivo e respiratorio, che siamo dotati di cervello?
Che cosa pensiamo dell’amore, delle relazioni sociali, dello scorrere del tempo?
Che cosa significano queste cose, perché succedono?
Queste sono le domande che pone la filosofia e sono domande su questioni non materiali.
Quali sono le risposte a tali domande, continueremo a vivere nello stesso modo; qual è dunque il loro scopo?
Ogni volta che ci poniamo una domanda filosofica stiamo cercando di scoprire qualcosa in più a proposito di noi stessi.
Chi abbraccia la filosofia non si accontenta di vivere in modo routinario imitando le vite altrui, ma aspira a vivere deliberatamente.
In un certo senso, è come se ci mettessimo a camminare guardandosi i piedi senza sollevare lo sguardo, il che è complicato e rischioso perché esiste la possibilità di inciampare, ma la filosofia non è fatta per scacciare i dubbi, bensì per affrontarli.
Quelli che non dubitano non sono filosofi.
Sono persone serie incapaci di stupirsi.
Socrate, invece, che è considerato il padre fondatore della filosofia, passava le giornate a porre domande apparentemente stupide alla gente, come quelle che fanno i bambini.
In uno dei più famosi dialoghi di Platone, il GORGIA, Socrate si mette a discutere con Callicle, un giovane arrogante che fa sfoggio della propria spada e sostiene, tra le altre cose, che i forti hanno il diritto di imporre le proprie leggi ai più deboli.

3719

E’ una delle prime volte in cui Socrate viene accusato di essere un vecchio e di fare domande più proprie a un bambino che di un cittadino maturo.
Domande che secondo il suo interlocutore, non interessano a nessuno e non portano a nessun risultato.
Nelle intenzioni di Callicle, Socrate dovrebbe sentirsi insultato da queste accuse, che invece costituiscono una definizione molto azzeccata del compito del filosofo: un compito che consiste nel giocare a fare domande come quelle dei bambini, ma prendendole molto sul serio, con l’intenzione di uscire il prima possibile dallo stato di ignoranza in cui versiamo.
[…]
Le domande filosofiche non incidono sulle azioni future, ma forse incidono le risposte che diamo tali domande.
In linea di massima, i progetti per la prossima settimana non dovrebbero correre alcun pericolo sia che il tempo sia legato al movimento, come sosteneva Aristotele, sia che vari in funzione dello spazio, come affermava Einstein.
E anche le persone che non si sono mai interrogate sul concetto di tempo suppongo che continueranno a vivere nel tempo senza particolari problemi.
In qualche modo tutti sappiamo che cos’è il tempo, anche se non è facile definirlo a parole.

3720

Sant’Agostino, nelle sue CONFESSIONI, scrisse:
*Il tempo? Se non mi chiedono cosa sia, lo so; se me lo chiedono, non lo so*.
E’ un modo elegante per dire che sapere l’ora può essere utile per arrivare puntuali a un appuntamento, mentre sapere che cosa sia il tempo non serve a nulla.
Lo stesso discorso vale anche quando ci si interroga su altri concetti astratti come la bellezza, la verità, la giustizia, la natura, la bontà …
Sono domande che ci trasformano perché ci rendono più coscienti di cosa significa essere umani.
E perché dovremmo ambire a conoscere meglio la nostra natura?
Perché gli uomini, a volte, non si accontentano di ‘essere’, ma sentono il bisogno di sapere chi sono.”

§

Mi vien da sorridere (molto amaramente però) al pensiero che l’ovvietà intelligente di questo testo, non verrebbe compresa dalla stra-grande maggioranza delle persone che potrebbero (ma non lo faranno mai) leggerlo.
Non penso, non vedo e non sento sono le parole d’ordine della nuova versione delle ‘tre scimmiette’, l’ormai evidente involuzione della razza umana, che, non a caso, viene allenata a vivere nelle Repubbliche delle Banane …        😉
perché farsi strane domande ?
Poi si corre il rischio di doversi dare delle risposte sgradevoli (per il proprio ego).
(ndr)

§

 

§

Annunci

Un pensiero riguardo “Philosophical problem

  1. filosofia: è roba che si mangia? A che serve? in compenso vuoi mettere l’emozione di piangere per un uomo che ha corso dietro un pallone in mutande diventando miliardario e che a 40 anni abbandona il suo acculturato pubblico ?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...