DESTINO


il rifugio di Claudio

Destino
ho sempre pensato che ognuno nasce con il proprio destino già scritto,
non a caso ho postato tempo fa un commento dal titolo “il libro della vita”
noi crediamo di essere gli artefici della nostra sorte, già i latini dicevano (credo il console Appio Claudio) “faber est suae quisque fortunae” ma io sono convinto che le nostre scelte dinanzi ad un bivio comunque erano previste dal nostro destino: di ciò non vi è alcuna prova ma neppure prova del contrario.

pensieri_9

allora proviamo a descriverlo questo destino che può essere angelico e diabolico,
a volte gli sei grato e a volte lo maledici e molto spesso fai entrambe le cose (in tempi diversi della tua vita)

*

Basta una banale scelta del tipo prendere il bus piuttosto che usare la macchina
ed il destino ti fa incontrare una persona che ti sembra interessante,
fai allora in modo di poterla rivedere…

View original post 376 altre parole

Annunci

Un pensiero riguardo “DESTINO

  1. Ho sempre immaginato il destino come un filo rosso con un inizio e una fine.

    Un filo che si può modellare in base al libero arbitrio delle nostre scelte.

    Su questo filo ci sono però dei piccoli nodi nei quali dobbiano apprendere come sbrogliarli.

    Il destino non è scritto…solo che alcuni obblighi te li impone. 😉

    Bel pezzo grazie per la condivisione.

    “Truman: Chi sei tu?

    Christof: Sono il creatore… di uno show televisivo che dà speranza, gioia ed esalta milioni di persone.

    Truman: E io chi sono?

    Christof: Tu sei la star!

    Truman: Non c’era niente di vero?

    Christof: Tu eri vero! Per questo era così bello guardarti. Ascoltami Truman, là fuori non troverai più verità di quanta non ne esista nel mondo che ho creato per te… le stesse ipocrisie, gli stessi inganni; ma nel mio mondo tu non hai niente da temere… Io ti conosco meglio di te stesso!

    Truman: Non ho una telecamera nella testa!

    Christof: Tu hai paura… per questo non puoi andare via. Stai tranquillo… ti capisco. Ho seguito ogni istante della tua vita. Ti ho seguito quando sei nato. Ti ho seguito quando hai mosso i tuoi primi passi. Ti ho seguito nel tuo primo giorno di scuola. Il momento in cui hai perso il tuo primo dentino… come fai ad andartene? Il tuo posto è qui, con me! Dai… dì qualcosa… accidenti Truman, vuoi parlare?, siamo in televisione! Sei in diretta mondiale!

    Truman: Buongiorno…e casomai non vi rivedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte!”

    Truman Burbank (Jim Carrey) dal film “The Truman Show” di Peter Weir

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...