DISCORSO SUL METODO di Cartesio Terza Parte


§

qui trovi la Prima Parte

qui trovi la Seconda Parte

§

3646

Tutto il mio progetto mirava unicamente a rendermi più sicuro e a rimuovere il terreno instabile e la sabbia per trovare la roccia e l’argilla.
E ci riuscivo abbastanza bene, mi sembra, tanto che, nel tentativo di scoprire la falsità o l’incertezza delle proposizioni che esaminavo, non secondo deboli congetture, ma mediante ragionamenti chiari e fondati, non ne incontravo di tante dubbie da non riuscire a trarne sempre qualche conclusione abbastanza certa, se non altro proprio questa: che non conteneva nulla di certo.
E come abbattendo una vecchia casa se ne conservano di solito i materiali demoliti per servirsene nella costruzione di una nuova, così, distruggendo tutto quelle opinioni che ritenevi mal fondate, facevo diverse osservazioni e acquisivo parecchie esperienze, le quali, in seguito, mi sono servite a stabilire opinioni più certe.
Inoltre, continuavo a esercitarmi nel metodo che mi ero prescritto, perché, oltre ad aver cura di svolgere in generale tutti i miei pensieri secondo le regole stabilite, mi riservavo di tanto in tanto qualche ora per applicarlo in particolare ad alcuni problemi di matematica, o perfino ad altri che potevo assimilare a quelli delle matematiche (si riferisce alla ricerca di ottica, come Spinoza… ndr), separandoli da tutti i principi delle altre scienze che non reputavo abbastanza solidi.
[…]
Così, senza vivere apparentemente in modo diverso da quanti, non avendo altra occupazione se non quella di trascorrere una vita dolce e innocente, si impegnano a separare i piaceri dai vizi e, per godere del loro ozio senza annoiarsi, si concedono tutti i divertimenti onesti, io non smettevo di perseverare nel mio progetto e di progredire nella conoscenza della verità. forse di più di quanto avrei fatto se mi fossi limitato a leggere libri o a frequentare persone colte.
[…]
L’esempio di molti eccelsi ingegni che in passato si erano proposti lo stesso progetto, mi pare senza riuscirvi, mi fava supporre che vi fossero in esso tali difficoltà per cui, forse, non avrei osato intraprenderlo così presto, se non avessi sentito che già circolava la voce che ne ero venuto a capo.
Non saprei dire su cosa fondassero tale opinione: e, se io stesso vi ho apportato qualche contributo mediante i miei discorsi, deve essere stato perché confessavo ciò che ignoravo più ingenuamente di quanto siano soliti fare coloro che hanno studiato un poco, e anche, forse, perché, piuttosto che vantarmi di una qualche dottrina, mostravo le ragioni che avevo di dubitare di molte cose considerate certe dagli altri.
Ma avendo un animo sufficientemente fiero da non sopportare di essere preso per quel che non ero, ritenni necessario cercare con ogni mezzo di rendermi degno della reputazione che mi attribuivano; e sono passati anni da quando questo desiderio mi ha convinto ad allontanarmi da tutti i luoghi in cui potevo avere delle conoscenze e a ritirarmi qui, in un paese dove la lunga durata della guerra ha instaurato un ordine tale per cui le truppe ivi stanziate sembrano servire solo a far godere con maggior sicurezza i frutti della pace (si riferisce all’Olanda delle Province Unite ndr), e dove, tra la folla, di un grande popolo molto attivo e più sollecito nei propri affari che curioso di quelli altrui, senza mancare di nessuna di quelle comodità presenti nelle città più frequentate, ho potuto vivere solitario e ritirato come nei deserti più remoti”.

“Quel autre pays ou l’on puisse jouir d’une liberté si entiére”
(Quale altro paese dove si possa gioire di una libertà così intera)
– Elogio della libertà olandese (1631) – Cartesio –

§

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...