Bufale moderne : opinione e auto referenzialità


§

come Oliviero Beha, Bernard Maris è un altro che se ne è andato troppo presto ! Peccato…

Capitolo    L’OPINIONE E L’AUTOREFERENZIALITA

3534

“Lo sviluppo del calcolo delle probabilità [la definizione della teoria della probabilità come branca della matematica, creata nel 1933 da Kolmogorov (foto) con la proposta di un’assiomatica delle probabilità] è accompagnata dalla messa a punto di nuove tecniche, come quella dei sondaggi, molto meno onerosi dei censimenti.
Con i sondaggi l’opinione pubblica diventa un attore essenziale della vita politica o economica.

3535

Ma che cos’è l’opinione pubblica, se non l’opinione dell’uomo medio di Quételet (Lambert Adolphe Jacques, famoso statistico belga ndr).
Variabile standardizzata, orientata, a cui si chiede di esprimersi su tutto, l’opinione pubblica è in rapporto permanente col potere.
Il sondaggio, elaborato dall’uomo di potere, dall’uomo politico o dal dirigente aziendale, instaura un dialogo permanente e obbligatorio con i cittadini, al quale partecipano giornalisti, anch’essi grandi manipolatori professionisti dell’indagine, sondaggisti e opinionisti.
L’opinione pubblica, che si colloca agli antipodi della scienza ed è fondata sul riflesso condizionato dal sondaggista, sta diventando un ambito essenziale per la manifestazione di idee e giudizi sull’economia.
Le percezioni del futuro economico, dell’incertezza, dell’avvenire, si esprimono in misura crescente tramite i sondaggi e le opinioni degli analisti, in gran parte autoreferenziali.
L’autoreferenzialità è essenziale in economia: è il cardine intorno a cui ruota il mercato di Borsa.
Per esempio, gli analisti economici devono rispondere a domande sulla congiuntura; ora, ciascuno di essi legge ciò che scrivono gli altri o esprime ciò che gli altri dichiarano alla radio e alla televisione.
E’ così che nascono le tendenze, le mode, i ‘concetti’ come, per esempio, la ‘tendenza’ alla deflazione emersa nella primavera del 2003.
Ma la propensione dei analisti ed esperti al codismo e al conformismo ha anche altre ragioni.
La prima è che essi hanno avuto la stessa formazione ideologica.
Sono tutti prodotti dello stampo liberale e difficilmente possono vedere il mondo al di fuori della metafora della concorrenza; la seconda è che utilizzano tutti le stesse fonti, costituite da identici modelli statistici.
A volte l’autoreferenza diviene ‘profezia autorealizzante’, manifestazione interessante dei fenomeni della folla.

3536

Si parla di deflazione, e si crea la deflazione: qui ‘dire è fare’, per citare John Austin (filosofo, promulgatore del ‘positivismo giuridico’ ndr).
Le agenzie di rating (Moody’s, Standard & Poor’s, Fitch) che hanno il compito di valutare le imprese (e gli Stati ndr) quanto alla capacità di realizzare profitti o di rimborsare prestiti, pensano quello che pensano le altre agenzie: se una abbassa una valutazione, le altre si accodano, dando prova di una passività inquietante.

3537

E’ stato così nei casi di Enron e di Vivendi (anche di Lehman & Bros, venuta poi ndr) che hanno visto la comunità degli opinionisti fare un brusco voltafaccia e annientare quello che prima adorava.
L’opinione pubblica non è altro che il movimento della folla, imprevedibile e pericoloso.
Il sondaggista può, nel suo ambito limitato, provocare le urla della folla, come potrebbe accadere a un oratore.
Ma la folla può rivoltarsi contro i suoi manipolatori, giacché è per natura imprevedibile, come ben sanno i demagoghi, che cercano di indovinare le emozioni e di presagirle per guidarle”.

§

Il primo pensiero (astruso) che mi viene è che ‘rat’ in inglese significa ‘topo’ e che le agenzie di rating siano delle ‘pantegane’ che ‘manipolano il futuro’ di tutto ciò che valutano;
i numeri sono importanti, a volte significano molto ma non possono giustificare tutto !!!
(il classico esempio è dato dal Pil di cui ho spesso parlato)
I sentimenti, il Welfare, l’equità sociale, la giustizia come possono mai essere ‘quantificati’ numericamente ???

Ecco perché la perdita di ‘spiriti liberi’ (giornalisti e scrittori) si farà sentire, eccome, nel panorama dei dibattiti di un paese che più che discutere, cazzeggia, senza idee, senza ispirazione, senza fantasia e, soprattutto, dulcis in fundo, senza onestà intellettuale.
Poi, ci vediamo tutti  ‘Porta a Porta’ …

§

3538

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...