Si può scegliere davvero di cambiare ?


§

2843

Dall’Antimanuale (ma guarda un po’ …)

SI PUO’ SCEGLIERE DAVVERO DI CAMBIARE ?

*Eppure quello del letterato resta l’unico mestiere dove si può non guadagnare senza rendersi ridicoli*
– Jules Renard –

“Se si eccettuano certi processi rituali della circolazione della ricchezza, come il dono, studiato particolarmente da Marcel Mauss, il mercato esprime il desiderio di alienare volontariamente ciò che si possiede.
La superiorità del commercio volontario rispetto a varie altre categorie di appropriazione, quali il furto, la razzia, la cattura, l’estorsione, la rapina, il saccheggio, la riduzione in schiavitù, sembra abbastanza evidente.
D’altronde è impossibile immaginare un mercato, concreto o astratto, senza un minimo di concorrenza: se non posso scegliere, non partecipo veramente a un mercato, sono uno schiavo.

3398

Il termine ‘mercato’ implica necessariamente i termini ‘offerte’ e ‘contrattazione’.
Nella storia dell’umanità il lavoro libero rappresenta un momento superiore rispetto al servaggio o alla schiavitù.
Ma tutto il discorso sul mercato maschera astutamente l’estorsione di plusvalore ai salariati sotto la parvenza del contratto e dell’offerta.
Il mito del mercato maschera la servitù volontaria.
Si è veramente liberi di scegliere ?
Probabilmente ho la scelta fra fare lo spazzino o il camionista.
Ma posso scegliere di non lavorare senza morire di fame ?
Questi semplici interrogativi producono il singolare effetto di svuotare di contenuto il termine ‘mercato’, salvo che lo si intenda come idea provvisoria di un fenomeno provvisorio: posso certamente riferirmi a un mercato ben determinato nello spazio e nel tempo, per esempio, il mercato immobiliare di Parigi in questi giorni.
Ma al di là di una constatazione estremamente puntuale, concernente un mercato bel localizzato, non posso affermare nulla.
E’ probabile che la scarsità dei terreni e degli immobili, insieme al numero e al reddito dei compratori, determinino il prezzo.
Ma da dove provengono questi redditi, questi immobili e questi compratori ?

3397

Ho la possibilità di entrare e uscire da un mercato a mio piacimento, come si entra e si esce da un negozio ?
Posso davvero scegliere di avere un’automobile, in un mondo dove tutto è organizzato intorno all’automobile ?
Ho potuto scegliere se possedere oppure no un telefono portatile quando questo mezzo di comunicazione è divenuto d’uso comune ?
In generale, la domanda di mercato non è inventata, indotta dalle imprese ?
La tesi della falsa libertà e del bisogno imposto è stata sostenuta da numerosi economisti, fra i quali Serge Latouche e John Kennet Galbraight.
Il mercato è semplicemente l’altro nome della scarsità, organizzata o subita, di cui qualcuno sottrae i profitti.
Era essenziale analizzare la teoria liberale del mercato per rivelarne l’intrinseca inefficienza.
Ciò posto, vedremo che i concetti di ‘mimetismo’ e di ‘folla’ descrivono meglio altre realtà mercantili come la Borsa.

3399

Ma una critica dell’economia di mercato non può risparmiarsi una riflessione sulla scarsità.
In conclusione, alle tre domande:
il mercato è autoregolato ?
Il mercato è il capitalismo ?
E’ la democrazia ?
Si può rispondere NO.
Contrariamente a quanto afferma Friederich von Hajek, il mercato non produce il diritto destinato a governarlo; è piuttosto figlio del diritto, della storia sociale e della politica.
Non è esattamente il capitalismo, potendo esistere in sistemi socialisti ed essendo esistito in sistemi pre-capitalistici; infine, e soprattutto, ha ben poco a che vedere con la democrazia: la storia delle dittature, fra cui quella della Cina odierna, ci ricorda che purtroppo lo scambio mercantile, mirante al lucro, si fa beffe della libertà degli uomini.
Al contrario, la mercificazione di tutto e di tutti produce una sorta di tacito asservimento.”

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...