Chi è Emmanuel Macron. Parla Francois Henrot, ex direttore della Banca Rothschild


Speciale elezioni presidenziali in Francia. Francois Henrot, ex direttore della Banca Rothschild parla di Emmanuel Macron

Sorgente:    Chi è Emmanuel Macron. Parla Francois Henrot, ex direttore della Banca Rothschild | Pandora TV

un petit peu … ehhhhhhh !!!

Annunci

14 pensieri riguardo “Chi è Emmanuel Macron. Parla Francois Henrot, ex direttore della Banca Rothschild

      1. Non ho detto che ci sono cose che NON condivido …

        ho detto che ci sono cose che ho letto che condivido,
        altre su cui non mi esprimo perché non le conosco a fondo (non sono mai stato Marxista e/o Leninista ad esempio),
        nel complesso ho messo il like perché mi sembrava un bel post …

        ciao 😉

        Liked by 1 persona

  1. Nè Macron nè Le Pen; il primo è il classico liberale/liberista che manda avanti un sistema fallito da non so quanto tempo ahahahah (chi è liberale grazie al cazzo che lo vota, come chi è nazionalista convinto vota la Le Pen) ma l’altra si nasconde dietro le frasi “fuori da qua e da là” ma ha un retaggio ben peggiore del più bieco dei liberisti. Il Fascismo nacque dalle banche, anche se i fascisti fecero delle propagande “rivoluzionarie” ove spiegavano le loro posizioni contro la finanza ma poi non era così (basta leggersi Gramsci o Lenin, per capire meglio… anche Gobetti, che fu uno dei massimi esponenti della destra contro il Fascismo). La Le Pen usa le stesse tattiche di certi demagoghi del passato. Oggi lo spauracchio sono gli stranieri, ieri erano i comunisti/anarchici. Cambiano i pretesti ma l’odio è simile.
    Oggi il voto, levando chi ha ancora un pensiero da manifestare e magari trova chi votare, è uno schifo…. ti mettono sempre i candidati sbagliati. Chi è comunista e partigiano come me, non sa chi votare… perchè non c’è nessuno a cui vale la pena dare il voto. Mi verrebbe da dire che non bisognerebbe votare, forse qualcosa si blocca e magari ci si comincia a rendere conto che quando la Democrazia diviene demagogia è un sistema totalitario al contrario… non c’è il manganello ma c’è la “libertà” di votare chi poi te lo mette in culo. Chi vota con la panza, fa sempre andare le cose più male di come già vanno.

    Che vinca la Le Pen o l’altro, per i francesi onesti cambia poco. I poveri diventano più poveri ed i ricchi sempre più ricchi.

    Ciao! 😀

    Mi piace

    1. è successo lo stesso negli Usa, 2 candidati impresentabili …
      ma il problema non è ora (tra chi scegliere), il problema era non far arrivare ‘loro’ al ballottaggio ed in questo i cittadini hanno delle responsabilità ed ora si sorbiranno le conseguenze;
      sul non votare penso che non sia la soluzione (a meno che non lo faccia il 100% degli elettori) perché un manipolo di servi comunque voterebbe e dato che non esiste il quorum il risultato sarebbe che la cura è peggio della malattia;
      non sempre chi vota con la pancia lo fa non utilizzando anche il cervello, un voto di protesta comunque ha diritto di esistere …
      ciao 🙂

      Mi piace

      1. Non è protesta, la spacciano per tale ma non è protesta sostenere il Nazionalismo per dire… è una Società più chiusa di quella di ora che è comunque allo scatafascio totale.
        La protesta la fai con la Coscienza e magari con mitra e fucile se servono.
        Non posso votare la Le Pen ma manco un Renzi alla francese. I francesi, salvo chi ha votato bene (Melenchon per me, che mi è stato spiegato da chi l’ha votato e cavoli, sarebbe stato interessante…il suo programma ha fatto cagare sotto tutti), hanno votato chi il “meno peggio” e chi ha promesso “pulizia e ordine”. Zero proteste, solo pecorame… per me almeno.

        Mi piace

      2. non parlavo nello specifico della Le Pen ma in generale riferendomi ad un voto di protesta;
        che poi è una ‘definizione’ data da una ‘certa stampa’ in quanto comunque vengono ‘proclamati’ dei programmi (che spesso tutti poi non mantengono);
        penso anch’io che si possa accomunare Renzi e Macron per diversi aspetti non ultimo quello che sono i più funzionali ai progetti di chi guadagna dal fatto che il mondo vada in questa maniera …

        Mi piace

      3. Melenchon viene dalle vecchie lotte, quelle vere, sarebbe coerente con ciò che dice ma verrebbe poi osteggiato da tutti… normale. La protesta oggi, come la intendo io, è roba di pochi… poi certo, potrà diventare di tutti o almeno dei più quando si renderanno conto di essere trattati quasi come i vecchi servi della gleba medioevali (al di là di possere Coscienza o meno).
        Finchè vedi presunti poveri (poi hanno tutti il rolex o comunque un tablet da 800 euri, mentre il mio è costato appena 200 e guadagno bene a lavoro… per farti capire la differenza) spalare merda contro i veri poveri (stranieri compresi), non vedremo mai un fronte di cambiamento collettivo.

        Liked by 1 persona

      4. Sul fatto del Nazionalismo è in generale anche, rivolto a quello strato politico che parla con certi slogan che la Storia ha considerato come “follie pure” 😀

        Liked by 1 persona

  2. mi piace questa parte di commento :
    -vediamo se la gente è così stupida da votare il pupazzo, il bambolotto che ha il fascino di un termosifone..- io l’ho chiamato carciofo lesso con nonna al seguito, mi piace trovare certe similitudini…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...