E’ veramente razionale essere razionali ?


§

Rinforziamo il concetto di ‘economia’ con uno scritto di un filosofo, che è uno dei massimi fautori della ‘decrescita felice’.
Anche in questo caso, il pensiero ‘economico’ è frutto del pensiero ‘filosofico’ di un individuo che pensa e ragiona con la sua testa, e non ha bisogno di farsi ‘contaminare’ dai tanti ‘esperti’ inutili e ignoranti che imperversano in ogni dove. (della serie … *sai, l’ha detto il dottore …*)

2871

§

Dal libro:    L’ECONOMIA SVELATA
(1997) di Serge Latouche

Capitolo:    E’ VERAMENTE RAZIONALE ESSERE RAZIONALI ?

“L’economia si presenta come una pratica comune a tutti gli uomini e quasi ‘naturale’.
La scienza economica è, perciò, universale e metastorica.
Essa stabilisce dei legami validi, in teoria, in ogni tempo e in ogni luogo.
Gli economisti hanno rafforzato queste credenze, ma esse, come si è visto, sono connesse all’emergere dell’economico, con la moneta e con il mercato.

2872

Non è dunque strano che l’economia fiorisca solamente nell’epoca moderna, perché è il progetto stesso della modernità a fondarsi sulla pretesa di costruire la vita sociale sulla sola base della ragione, emancipandosi dalla tradizione e dalla trascendenza.
Nella visione ereditata dai Lumi, non è che la realizzazione della ragione.
Non ci si può meravigliare se lo sviluppo dell’attività economica si presenta come una crescita della potenza della razionalità.
Questa si manifesta come inseparabile dalla tecnica e dall’economia: si tratta di aumentare l’efficienza, economizzando al massimo i mezzi per ottenere il massimo risultato seguendo la regola de ‘sempre di più’.
Questa razionalità quantificante raggiunge l’assurdo quando diventa fine a se stessa, ma questa è un’altra storia.

2874

La scienza economica, dal canto suo, non è che una ruminazione ripetitiva e ossessiva di questo principio di razionalità calcolatrice.
L’apparente trionfo planetario della modernità, attraverso l’imperialismo dapprima militare e politico, poi, sempre più culturale, ha imposto, di fatto, l’economia come pratica e come immaginario universale.
Nondimeno, il principio di efficienza incontra un paradosso insormontabile: per essere efficiente, è necessario dare spazio all’irrazionale!
In sostanza, l’economia si imbatte nell’antinomia della razionalità: è veramente razionale essere razionale?”

2873

§

Un contadino malgascio così replicava ad un esperto della Fao che si sforzava di convincerlo ad allevare una seconda vacca per vendere il latte e migliorare di molto il proprio livello di reddito rifornendo i villaggi :
“quando ho finito di mungere il latte dalla mia vacca, mi resta appena il tempo per guardare il sole tramontare.”
Un tale comportamento, frequente nei Paesi del Sud, non è razionale in termini economici;
chi può dire che non sia ‘ragionevole’ ???

§

cosa devo aggiungere ???

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...