la prassi


§

2813

“Ora che il governo della Repubblica è caduto nel pieno arbitrio dei prepotenti… noi altri tutti, valorosi, valenti, nobili e plebei, non fummo che volgo, senza considerazioni senza autorità, schiavi di coloro cui faremmo paura sol che la Repubblica esistesse davvero”
Lucio Sergio Catilina – (108 aC – 62 ac)

2813

Da:  CAPIRE IL POTERE  di Noam Chomsky

Capitolo: ‘UNA PRASSI’

DOMANDA: Nella sua politica non vedo una ‘prassi’ rivoluzionaria e mi chiedo perché?

CHOMSKY: Quando lei dice ‘prassi’ non so esattamente cosa intende.
Ci sono un sacco di cose che si possono fare e non penso che occorra descriverle in termini ricercati.
Facciamo soltanto quello che si può fare, il tipo di cose che ci sono più vicine.
Non esistono formule generali al riguardo, basta chiedersi dove ci troviamo, quali sono i problemi, dove sono le persone pronte ad attivarsi.
A questo punto si cerca di fare qualcosa assieme a loro.
C’è tutta una gamma di azioni che si possono intraprendere e non c’è una risposta semplice riguardo a ciò cui bisognerebbe dare la priorità: ciascuno ha una propria idea al riguardo.
Io sarei molto scettico se qualcuno arrivasse con una ‘prassi’, con una formula che dice: *Ecco come devi agire*. Se fossi in lei, starei molto attento al riguardo.”

E, a buon intenditor…         🙂        

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...