le bugie … o ne siamo autori o ne siamo vittime …


§

Un amico di Facebook mi ha scritto una sua riflessione proprio sul FB;
ha manifestato il suo disappunto sulla ‘qualità’ dei commenti che si possono trovare (inutile precisare che si deve intendere la “mancanza” di qualsiasi tipo di qualità);
‘navigare’ ti fa sentire come quella persona che attraversa un campo di trifogli, nella speranza di trovare qualche quadrifoglio (sempre più raro).
E’ uno sfogo che trovo più che giustificato e condivisibile ed anche interessante (e che si ‘allarga’ a tutta la società) ed allora ve ne rendo partecipi …

2732

“…
Ma la cosa che lascia veramente basito, è che la gente, apparentemente incazzata, barricadera e pronta alla lotta senza quartiere, si lasci incantare da una ‘agenda’ scritta da ominicchi, sostenuti dai loro think tank, e zerbini, che continuano a parlare solo e soltanto di loro stessi.
Viviamo in un paese ‘tecnicamente’ fallito per bancarotta (fraudolenta) e ‘sti cialtroni continuano indefessamente a fare le loro ‘battaglie’ (navali), praticando il faticosissimo ‘sport’ del contare i peli del q.lo, l’un dell’altro.
Sconsolante constatare che i più si fanno abbacinare da questi temi, e li riproducono in sedicesimi nelle loro vite di relazione, nei bar o sui social non cambia.
Sempre e solo aria fritta, mai capaci di focalizzare i ‘veri’ problemi e le possibili soluzioni (che ci sono, e neanche tanto difficili).
Paiono, allegoricamente, come delle falene di notte che si ammassano intorno ai lampioni accesi …
Vabbé, dirai, solite considerazioni a cui non è possibile porre rimedio, almeno non è nelle nostre forze.
Sarà così, ma ciò non mi vieta di continuare ad indignarmi, in primis per il rispetto che ho di me stesso, e che non intendo barattare con niente e con nessuna di queste regolette del caxxo, travestite da ‘tavole delle leggi’ sociali.

2742Intanto continua il valzer delle poltrone e sempre più ‘mezzi toscani’ assurgono alla stanza dei bottoni, a difesa dei privilegi (loro e del loro capetto), quasi che questa sminkiata repubblica si fosse trasformata nel Granducato di Toscana.
E la gente che fa?
I soliti ‘cazzeggi …”

Come non essere d’accordo ???

2739

Oggi propongo alcune pagine tratte degli ESSAIS di Montaigne che, per la freschezza e la spontaneità con cui tratta tutte le umane passioni e abitudini, ci lascia in dono le sue conclusioni (supportate da contributi culturali e di pensiero) che lo hanno reso attuale nei secoli.
Facendo seguito alle considerazioni sopra espresse, leggiamo di che cosa e di chi parla … ma vedi un po’ …

Capitolo IX

DEI BUGIARDI

“Non vi è uomo al quale si addica così poco come a me di mettersi a parlare di memoria.
Di fatto, non ne riconosco in me quasi traccia alcuna, e penso che non ve ne sia al mondo un’altra tanto straordinaria per la sua debolezza.
Tutte le altre parti le ho vili e comuni.
Ma in questa penso di essere singolare e assai raro, e degno di ottenere perciò fama e rinomanza.
Oltre all’inconveniente naturale che ne patisco (perché invero considerata la sua necessità Platone ha ragione a chiamarla una dea grande e potente) se nel mio paese si vuol dire che un uomo non ha senno, si dice che non ha memoria, e quando mi dolgo del difetto della mia, mi danno sulla voce e non mi credono, come si mi accusassi di essere dissennato.
Non vedono differenza fra memoria e intelligenza.
E’ certo un aggravare la mia condizione.
[…]

2735

Che si accontentino della mia disgrazia, senza farne una specie di malignità, e una malignità tanto contraria alla mia indole.
Io mi consolo in qualche modo.
Prima di tutto perché è un male dal quale principalmente ho tratto motivo per correggere un male peggiore che si si sarebbe facilmente prodotto in me, cioè l’ambizione, perché essa costituisce un mancanza insopportabile per chi si occupa degli affari della gente; inoltre, come mostrano parecchi analoghi esempi
del modo di procedere della natura, essa ha spesso rafforzato in me altre facoltà, via a via che questa s’indeboliva, ed io facilmente andrei addormentando e illanguidendo il mio spirito e il mio giudizio sulle orme altrui, come fa la gente, che non esercita le sue proprio forze, se le trovate e le opinioni degli altri mi fossero presenti per il beneficio della memoria; e ancora il mio eloquio ne è reso più breve, dato che il magazzino della memoria è spesso più fornito di materia di quello dell’invenzione.
[…]

2737

Non senza ragione si dice che chi non si sente abbastanza forte di memoria deve evitare di essere bugiardo.
So bene che i grammatici fanno differenza fra dir menzogna e mentire; e dicono che dir menzogna è dire una cosa falsa ma chi si è presa per vera, e che la definizione della parola ‘mentire’ in latino da cui è derivato il nostro francese, significa in un certo senso andare contro la propria coscienza, e che per conseguenza questo riguarda solo coloro che parlano contrariamente a ciò che sanno, ai quali mi riferisco.
Ora costoro, o inventano di sana pianta o deformano e alterano un fondo veritiero.
Quando deformano e cambiano, a farli tornare poi su quello stesso racconto, è difficile che non si confondano, poiché la cosa come essa è, si è allogata per prima nella memoria e vi si è impressa per via della conoscenza e del sapere, ed è difficile che non si ripresenti all’immaginazione, sloggiandone la falsità, la quale non può avervi una base tanto ferma né tanto salda, e che le circostanze del primo apprendimento, insinuandosi ad ogni proposito nella mente, non facciano perdere il ricordo delle parti aggiunte, false o imbastardite.

2738

In ciò che inventano per intero, non essendovi alcuna impressione contraria che contrasti con la loro falsità, sembrano avere meno da temere di smentirsi. Tuttavia anche questo, per il fatto che è un corpo vano e senza presa, sfugge spesso alla memoria, se essa non è ben salda.
Di questo ho più volte visto la prova, e in modo divertente, a spese di coloro che dichiarano di foggiare le loro parole unicamente secondo quanto serva agli affari che trattano e quanto piaccia ai grandi con i quali parlano.
Di fatto, poiché le circostanze alle quali essi vogliono asservire la loro fede e la loro coscienza sono soggette a parecchi mutamenti, bisogna che varino al tempo stesso le loro parole, per cui avviene che della stessa cosa essi dicano ora grigio ora giallo; a una persona in un modo, a un’altra in un altro, e se per caso queste persone mettono insieme le loro informazioni tanto contrastanti, che cosa diventa questa bella arte?
Senza contare che molto spesso essi stessi imprudentemente si confondono; di fatto, quale memoria potrebbe bastare loro per ricordarsi di tante forme diverse che hanno foggiato per un medesimo soggetto?
Ho visto parecchi miei contemporanei ambire a farsi una reputazione con questa bella specie di abilità, senza vedere che, se anche c’è la reputazione, non vi può essere il risultato.”

§

2741

Lo sfogo del mio amico (che mi ha segnalato anche il pezzo di Montaigne) poi prosegue ed io ve lo adatto :

“Scusate, ma non vi sembra che questo scritto combaci perfettamente con le cronache nazionali degli ultimi trent’anni?
Anni in cui hanno ‘radiato’ la parola ‘vergogna’ dal vocabolario, hanno introdotto il doppi/triplo-giochismo, dove il ‘diritto’ è diventato il ‘rovescio’ (e non sto parlando di tennis…), dove tutto è il contrario di tutto…
Ma, si potrebbe eccepire: occorre avere una ‘faccia da q.lo’ per fare ciò…
Ma li avete guardati bene?
Non c’è neanche bisogno di scomodare Cesare Lombroso per capire cosa sono;
e gli insulti alle ‘normali’ intelligenze, si sprecano e aumentano sempre di più.
Se, nonostante ciò, vengono ‘ancora’ tollerati, per logica conseguenza si arriva al sillogismo che questo Paese non è un pese per persone intelligenti.
Solo così, si può spiegare quello che accade, e comprendere, di conseguenza, quali attori servano per recitare nel ‘teatrino’ di pulcinella che era famoso soprattutto per la sua arte che era il ‘chiagni e fotti’.
Wellcome in Italy, guagliò …
Ci sono medicine per ‘conformarsi’ e non incazzarsi più…? Hai voglia!!! Basta andare nelle ‘loro’ farmacie; c’è tutto ed è mutuabile …”

2740

… non ho molto da aggiungere …          😉              

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...