meglio ‘attivi’ …


§

2522

“La televisione ha questo in comune con l’alcol e con certe droghe; se da una parte vi sta offrendo una certa liberazione dalla mente, dall’altra la pagate cara: pagate con la perdita di coscienza.
Come le droghe, anche la TV crea una forte dipendenza.
Allungate la mano per spegnere e invece vi ritrovate a cambiare, a fare zapping.
Mezz’ora o un’ora dopo, siete ancora li a guardare, a cambiare canale.
Il pulsante per spegnere è l’unico che il vostro dito sembra incapace di premere.
State ancora guardando, quasi sempre non perché qualcosa di interessante abbia catturato la vostra attenzione, ma proprio perché non vi è nulla di interessante da guardare.
Una volta che siete stati catturati, più il programma è superficiale, più manca di significato, e più crea dipendenza.
Se fosse interessante, se provocasse pensieri, stimolerebbe la vostra mente a ricominciare a pensare di nuovo, il che sarebbe uno stato più cosciente e in quel caso la vostra attenzione non sarebbe catturata dalle immagini sullo schermo.
Quando guardate la televisione la vostra tendenza è quella di scendere al di sotto e non quella di innalzarvi al di sopra del pensiero.
La vostra mente è inattiva; non sta producendo dei pensieri, ma sta assorbendo continuamente pensieri e immagini che le vengono dallo schermo televisivo.
Questo induce uno stato passivo, simile alla trance, cioè uno stato appena più alto dell’ipnosi.”

(Eckhart Tolle)

§

( tratto dalla pagina  FB  di  Realtà, inganno e manipolazione )

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...