Goodbye Kant


§

2436

Piergiorgio colpisce ancora … è proprio un ‘matematico impertinente’ …      😉

GOODBYE KANT

“La CRITICA DELLA RAGION PURA di Kant è per la filosofia ciò che i PRINCIPIA di Newton sono per la scienza; la pietra miliare che segna un punto di svolta epocale e compie una seconda rivoluzione copernicana, ponendo l’uomo al centro della conoscenza (*non chiederti com’è fatto il mondo che tu vuoi conoscere, ma come devi essere fatto tu per poterlo conoscere*), così come la prima rivoluzione aveva posto il Sole al centro del sistema planetario.
E, analogamente a Newton, che si era seduto sulle spalle dei giganti (Galileo e Keplero) per poter vedere lontano, altrettanto aveva fatto Kant con i razionalisti occidentali (Cartesio e Leibniz) e gli empiristi inglesi (Locke e Hume).

2437

Quali sono stati nello specifico i modelli di Kant, così come le su innovazioni e le sue fallacie, ce lo spiega Maurizio Ferraris in Goodbye Kant (2004), un’opera di vera divulgazione scientifica: descrivendo cioè a grandi linee il contenuto della Critica, e aggiornandone gli assunti (cioè contestualizzandoli ndr) alla luce soprattutto della ‘fisica ingenua’, che mette a frutto le esperienze psicologiche per studiare il modo in cui ci rappresentiamo intuitivamente il mondo, indipendentemente da (o nonostante) ciò che sappiamo di esso sulla base delle nostre conoscenze scientifiche.
Questo approccio a Kant in particolare, e alla filosofia in generale, è un primo passo nella rivitalizzazione degli argomenti che, nelle mani degli storici, rischiano di essere considerati soltanto come mummie imbalsamate da esibire in un museo, o testi sacri da biascicare in una chiesa, invece che come persone e opere vive e vegete con le quali intrattenersi e confrontarsi.

FESTIVAL DELLA MENTEAltri passi potrebbero essere compiuti, oltre che da filosofi interessati alla scienza, anche da scienziati (logici, matematici, fisici, neurofisiologi, percettologi, psicologi) interessati alla filosofia, nell’ambizioso tentativo collettivo di stabilire non quali dettagli della Critica fossero più o meno corretti filosoficamente allora, ma quali sue strutture fondamentali siano scientificamente confermate o confutate oggi”.

§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...