Partito S.p.A.


§

2133

Dal libro MAONOMICS di Loretta Napoleoni, una ricostruzione puntuta e precisa dell’iter seguito da molte nazioni europee, per pervenire allo stato attuale delle cose.
Ricordiamo che il libro è stato edito nel 2010, quindi in molti sono stati disattenti oppure troppo impegnati a seguire le avvincenti nostre vicende politiche degli ultimi tempi (le riforme, MPS, i congressi, ad esempio)

2412

Capitolo: PARTITO SPA

“L’esperimento britannico (la Thatcher ndr) viene esportato in tutta Europa dove una nuova classe di politici inizia a picconare il ‘Welfare State’ e a sostituirgli il mercato.
Complice la caduta del Muro di Berlino, che pone fine alla contrapposizione di destra e sinistra permettendo che nel vuoto creato dalla fine dell’ideologia si incunei il mercato.
La democrazia si impoverisce e a raccontarci questa storia sono le metamorfosi dei partiti.
Noi italiani lo sappiamo bene: i due maggiori (la DC e il Pci) esplodono letteralmente.
Nato con il processo di democratizzazione, questi agiscono da cinghia di trasmissione tra la base e l’apice della piramide.
Nel periodo post-bellico assumono un ruolo chiave nel funzionamento della democrazia rappresentativa.

2413

Ci riesce infatti difficile immaginare l’una senza gli altri, e non è un caso se la presenza di un partito unico costituisce una delle critiche più dure che muoviamo alla Cina.
Il bipartitismo o il pluripartitismo sono diventati sinonimo di democrazia anche perché un sistema di questo tipo dovrebbe poggiare sull’alternanza di governo, incoraggiando i cittadini a pensare che se anche il partito che sostengono perde un’elezione potrà vincere la successiva.
L’alternanza viene percepita come la miglior difesa contro la violenza politica. […]
Ora è proprio la rivoluzione neoliberista della Thatcher e di Reagan ad avviare il processo di spoliazione del partito che man mano perde la componente popolare e si trasforma in una macchina gestita da una piccolissima élite.
Le dimensioni cambiano, la base si restringe, la cupola si amplia. […]

2414

A questo punto entrano in scena i ‘finanziatori privati’. gli sponsor, i ricchi individui che sostengono la ‘causa’ politica di un gruppo piuttosto che di un altro (da noi, anche tutti e due insieme, per il motto *Franza o Spagna, purché se magna ndr).
E che, non ultimo perché l’ideologia (quella vera, ben spiegata da Bauman ndr) è morta, promuovono nel partito di loro scelta la visione del mercato che trovano più conveniente.
E ancora l’Inghilterra con il New Labour che apre la strada a questo ennesimo cambiamento.
Nel 2004, appena l’8% delle entrate del partito provengono dagli iscritti, contro il 49% degli anni Settanta.

Lakshmi Mittal, Tony Blair, May 2011, Astana, Kazakhstan - east2west news, not for syndication, queries Will Stewart 007 985 998 94 00.jpg

Dal 2001 al 2005 il contributo di 37 persone (trentasette eh), tra cui il magnate dell’acciaio Lakshmi Mittal (indiano ndr) soddisfa un quarto delle necessità del New Labour.

Con queste parole, nel 2006, una commissione parlamentare inglese sul finanziamento dei partiti mette in guardia il Paese sui cambiamenti in corso:
*Il sistema che ha mantenuto in vita i partiti politici per più di un secolo si sta disgregando.
Dal momento che il numero degli iscritti è sceso i partiti sono diventati dipendenti delle donazioni dei privati per finanziare le loro campagne elettorali*.
[…]
L’impoverimento della base popolare finisce col ridurre o partiti a organismi scheletrici al servizio di leader sempre più ricchi o carismatici.
Ed in molti si adeguano al nuovo credo della rivoluzione neoliberista, che celebra le meraviglie del mercato.
La macchina politica funziona come una banca o una qualsiasi finanziaria; periodicamente rende conto al consiglio di amministrazione dei dividendi che ogni sua mossa genera per gli azionisti di maggioranza.

2416

Questi, è ovvio, impongono le loro condizioni, che vanno ben oltre qualche privilegio, come ci ricorda il caso della Enron (negli USA ndr).
In questo contesto, la vittoria elettorale è fondamentale per soddisfare i generosi finanziatori, che altrimenti se me andrebbero; e rimanere al potere diventa questioni di vita o di morte per il partito che non può più contare sulla fedeltà di lungo periodo delle vecchie ideologie e degli iscritti.
Spesso, come nel caso di New Labour e di molti partiti europei provenienti dalla vecchia sinistra, gli interessi degli sponsor contrasta con quelli degli iscritti e della base.
Si tende dunque necessario ridurre il meccanismo democratico interno ai partiti: una necessità paradossale per garantire la sopravvivenza in una democrazia.
Così, durante le elezioni del 2010 il Partito Democratico italiano e la sua segreteria, patteggia con gli atri partiti per selezionare i candidati, e questo avviene contro la volontà di una buona fetta del partito e della stragrande maggioranza della base.
La battaglia politica in Occidente non è più una guerra di trincea, piuttosto somiglia a quelle virtuali dei videogiochi: tra i contendenti non esiste alcuna distinzione ideologica e la vittoria dipende esclusivamente da quanti soldi si possono spendere per acquistare armi speciali che l’avversario non può permettersi.

2417

A combattere sono gli avatar del partito, le fondazioni e gli istituti di ricerca dei politici, gestiti e finanziati da ammiratori segreti, e le segreterie, vere macchine da guerra al servizio della nuova generazione di leader politici, uomini e donne ‘carismatici’ (per chi ??? ndr) la cui personalità ha rimpiazzato l’ideologia e spesso anche il programma.
E’ con loro che l’elettorato si identifica, non con il partito o con le idee che rappresentano.
L’arma più potente è naturalmente quella dello ‘spin’, l’alchimia degli degli stregoni della notizia.”

§

Come non essere d’accordo con il testo e con Alberto Magno (filosofo, detto ‘Doctor Universalis’ che, tra le tante cose che produsse, scrisse:
*L’obiettivo delle scienze non è semplicemente accettare le dichiarazioni narrate dagli altri, ma investigare le cause che sono in opera*
(De Mineralibus Libro II )

2418

Direi che abbiamo assistito ad una ‘bella’ evoluzione della politica che è nata per essere al servizio dei cittadini mentre ora invece è al servizio delle lobbies di potere.
Ma investigarne le cause (abbastanza palesi a mio parere) pare che interessi veramente a pochi …

§

§

§

Annunci

2 pensieri riguardo “Partito S.p.A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...