Cervelli export


§

2289

“Negli ultimi quarant’anni l’America Latina ha perso un milione di scienziati, Mezzo milione sono emigrati dall’ex Unione Sovietica dopo la sua dissoluzione, e duecentomila dalla Cina.
Centomila informatici lasciano l’India ogni anno, provocando una perdita di due miliardi di dollari.
Un terzo dei lavoratori qualificati ha abbandonati l’Africa, privandola di medici, tecnici e professori…
Il Terzo Mondo è dunque dissanguato da una vera ‘emorragia cerebrale’, che rappresenta una delle facce del colonialismo moderno.
La maggior parte di questi emigranti qualificati immigrano negli Stati Uniti, dove un terzo degli ingegneri e degli scienziati è di origine straniera, così come più del cinquanta per cento di coloro che conseguono un dottorato scientifico: essi sono gli eredi degli Einstein, dei von Neumann e dei von Braun che hanno permesso all’America di fornirsi di bombe atomiche, computer, razzi e diventare la potenza che è.

2288

Se gli altri piangono, noi non ridiamo.
Dei cinque italiani viventi (ricordo il testo è del 2006 ndr) che hanno vinto il premio Nobel, quattro (Dulbecco, Rubbia, Montalcini e Giacconi) l’hanno ottenuto lavorando all’estero, ed essi non costituiscono che l’avanguardia di quel quattro per cento dei laureati che lasciano l’Italia.
Il nostro paese è oggi agli ultimi posti fra quelli industrializzati per i finanziamenti alla ricerca e per numero di brevetti: una politica scellerata, inaugurata da politici e manager come Saragat e Valletta, che ritenevano che *costruire centrali nucleari per produrre energia è come costruire segherie per produrre segatura*, e che *l’elettronica è un neo da estirpare*.
In Cervelli Export (2003) un appasionato e appassionante pamphlet, Claudia di Giorgio ci fornisce i dati per comprendere come siamo arrivati alla situazione odierna, e quanto grave essa sia: tanto grave, da aver costretto i rettori di tutti gli atenei italiani alle dimissioni in massa per protesta contro la ‘politica scientifica’ del governo (Berlusconi)”.

Grazie Piergiorgio ma dieci anni dopo, le cose sono esattamente come prima, anche con quelli che ‘prima’ protestavano…
Gattopardi, e pure paraculi !!!

§

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...