𝖉𝖗𝖊𝖆𝖒 = 𝖘𝖔𝖌𝖓𝖔


§

una delle cose più belle della vita sono i sogni …
per poterli realizzare non è sufficiente la propria volontà,
occorrono anche delle condizioni che dipendono dall’ambiente ove si vive,
condizioni prodotte dai governi e dalle istituzioni …

1408

§

in inglese “sogno” si dice 𝖉𝖗𝖊𝖆𝖒 …

§

ma i politici italiani si comportano in modo tale (da anni)
che in realtà ci risvegliamo sempre dentro un “anagramma” …

§

 

𝓮 𝓿𝓮𝓷𝓷𝓮 𝓾𝓷 𝓽𝓮𝓶𝓹𝓸 …


§

1403

“Venne infine un tempo in cui tutto ciò che gli uomini avevano considerato come inalienabile divenne oggetto di scambio, di traffico, e poteva essere alienato;
il tempo in cui quelle stesse cose che fino allora erano state comunicate ma mai barattate, donate ma mai vendute, acquisite ma mai acquistate – virtù, amore, opinione, scienza, coscienza, ecc. – tutto divenne commercio.
È il tempo della corruzione generale, della venalità universale, o, per parlare in termini di economia politica, il tempo in cui ogni realtà, morale e fisica, divenuta valore venale, viene portata al mercato per essere apprezzata al suo giusto valore.”

K. Marx – “Miseria della filosofia”

§

ed io aggiungo : “che tristezza …”

§

( tratto dalla pagina FB di  Filosofia e Storia della filosofia )

§

𝓛𝓪 𝓷𝓮𝓫𝓫𝓲𝓪 𝓪𝓰𝓵𝓲 𝓲𝓻𝓽𝓲 𝓒𝓸𝓵𝓵𝓲 …


§

Questi ultimi giorni mi han fatto pensare alla bellissima poesia di Carducci, per la precisione al primo verso, ovviamente metaforicamente parlando;

1400

la scenetta con relativo tweet (tutto pateticamente artefatto, con il rimboccar le coperte e rimembrar le mirabili opere compiute nei 1.000 giorni, mancante solo del sottofondo della canzone di Baglioni) degna dell’Istituto Luce, è risultata leggermente nauseante;
del resto anche le “opere” viste in questi 3 anni lo sono state;

ed ora la gente penserà che cambia qualcosa …
mai pensiero fu più errato …

“La nebbia agli irti Colli” dicevamo, quella “nebbia” che offusca le menti dei “residenti” sul “Colle” facendo dimenticare loro alcune cosette fondamentali:

1) che dovrebbero essere “arbitro-super-partes”
2) che dovrebbero difendere la Costituzione
3) che dovrebbero agire nell’interesse dei cittadini
4) che dovrebbero “rappresentare” il popolo italiano

tutte cose che nell’ultima decade sono state “volutamente” disattese in nome di “interessi superiori” (non certo quelli degli italiani) …

ora ci possiamo rendere conto che questo Presidente agisce in piena continuità con il precedente (forse pure teleguidato, chissà …) e che ha avallato il “giochino” ideato da Renzi del “cambiare tutto per non cambiare niente” !

io amante della matematica potrei riassumere il tutto con una “proporzione” :

A : B = X : C

ed ora assegnate il “valore” alle lettere

A è Renzi
B è Napolitano
C è Mattarella

e la “X” … semplice … Gentiloni … la continuità ininterrotta !
Ai voglia a cambiare … l’ordine dei fattori, il prodotto non cambia !!!

beh va … rifacciamoci la bocca (ed anche udito e vista) che è meglio :

§

§