𝓝𝓪𝓽𝓲 𝓹𝓮𝓻 𝓿𝓸𝓵𝓪𝓻𝓮


§

1399

“Gli esseri umani hanno trasformato il mondo in un mattatoio in cui essi sono i macellai e i macellati.
Voi, nati per librarvi in alto, per solcare gli infiniti spazi, per avvolgere l’Universo con le vostre ali, avete confinato voi stessi in comode stie di convenzioni e di credenze, e ciò ha tagliato le vostre ali, ha menomato la vostra vista ed ha pietrificato il vostro vigore.
Siate immobili per esser lucidi, siate lucidi per vedere il mondo chiaramente.
E quando riuscirete a vedere il mondo con chiarezza, scoprirete quanto esso sia povero ed incapace di darvi la libertà, la pace e la vita che cercate.”

(Mikhail Naimy)

§

( tratta dalla pagina FB di   Realtà, inganno e manipolazione  )

§

𝕝𝕒 𝕋𝕖𝕝𝕖𝕗𝕠𝕟𝕒𝕥𝕒


§

Una sera ho ricevuto una telefonata da un caro amico. Mi ha fatto molto piacere la sua telefonata e la prima cosa che mi ha chiesto è stata: “Come stai?”.
Non so perché gli ho risposto: “Mi sento molto solo”
“Vuoi che parliamo?” Mi disse.
Gli ho risposto di si, e mi ha subito detto:
“Vuoi che venga a casa tua?”
Io ho risposto di si.

Depose la cornetta del telefono e in meno di 15 minuti, lui stava già bussando alla mia porta.

E così io gli ho parlato per molte ore di tutto, del mio lavoro, della mia famiglia, della mia fidanzata, dei miei dubbi e lui sempre attento mi ascoltava.
E così si è fatto giorno, mi sentivo rilassato mentalmente, mi ha fatto bene la sua compagnia, soprattutto il suo ascolto, mi sono sentito sostenuto e mi ha fatto vedere i miei sbagli.

Mi sentivo molto bene e quando lui si è accorto che mi sentivo meglio, mi ha detto:
“Bene, ora me ne vado, perché devo andare al lavoro”

Io mi sono sorpreso e gli ho detto:
“Perché non mi hai avvisato che dovevi andare al lavoro? Guarda che ora è, non hai dormito niente, ti ho tolto tutto il tempo questa notte”

Lui ha sorriso e mi disse:
“Non c’è problema, per questo ci sono gli amici!”

Mi sono sentito molto felice e orgoglioso di avere un amico così. L’ho accompagnato alla porta di casa e mentre lui camminava verso l’auto gli ho gridato da lontano:
“Ora è tutto a posto, ma perché mi hai telefonato ieri sera così tardi?”

Lui ritornò verso di me e mi disse a voce bassa che desiderava darmi una notizia, ed io gli ho chiesto:
“Cos’è successo?”
Mi rispose: “Sono andato dal dottore che mi ha detto di essere molto malato”

Io rimasi muto …. ma lui mi sorrise e mi disse: “ Ne riparleremo, ti auguro una bella giornata”
Si è girato e se ne è andato.

Mi è servito un po’ di tempo per rendermi conto della situazione e mi sono chiesto più volte: perché quando lui mi ha chiesto come stavo, io mi sono dimenticato di lui ed ho solo parlato di me?
Come ha avuto la forza di sorridermi, di incoraggiarmi, di dirmi tutto quello che mi ha detto, stando in quella situazione?
Questo è incredibile! …. Da quel momento la mia vita è cambiata. Ora sono meno drammatico con i miei problemi e godo di più per le cose belle della vita.

Adesso dedico il giusto tempo alle persone a cui voglio bene …. Auguro loro che abbiano una bella giornata e ricordino che: “ Colui che non vive per servire … non serve per vivere …”

La vita è come una scala, se tu guardi in alto, sarai sempre l’ultimo della fila, ma se tu guardi in basso, vedrai che ci sono molte persone che desidererebbero essere al tuo posto.

Fermati allora ad ascoltare e aiutare i tuoi amici, anche loro hanno bisogno di te!

#TanadelleTigri

§

( tratta dalla pagina FB  di   ஜ Gli Indiani D’America: il Popolo ஜ )

§

𝓲𝓵 𝓟𝓾𝓷𝓽𝓸 𝓭𝓮𝓵𝓵𝓪 𝓢𝓲𝓽𝓾𝓪𝔃𝓲𝓸𝓷𝓮


§

1387

Non ci tolgono tutto in una volta.
No.
Darebbe nell’occhio, e tutti capirebbero la gravità della situazione.
Ci tolgono invece un diritto alla volta, un pezzo dopo l’altro, con lenta e solerte continuità.
E passo dopo passo ci fanno arretrare di chilometri e chilometri: ci tolgono lentamente tutto quel che ci eravamo conquistati.
Ecco raccontata la storia dal 1989 ad oggi,
in due parole.

𝓓𝓲𝓮𝓰𝓸 𝓕𝓾𝓼𝓪𝓻𝓸

§

Se ci provano con il “bis” provocano l’insurrezione – Massimo Fini


Renzi ci è ricascato subito. La sberla presa il 4 dicembre da circa 20 milioni di italiani non sembra avergli insegnato nulla. Si è riproposto con la solita arroganza. Il che fa venire qualche dubbio anche sulla sua intelligenza.

Sorgente:    Se ci provano con il “bis” provocano l’insurrezione – Massimo Fini

Il nostro voto non conta nulla … tutto continua come prima …

cliccate qui

 

Elogio del populismo. Lettera aperta ai suoi nemici


Oggi la lotta contro i populismi è diventata la lotta dell’élite finanziaria, il nuovo Signore che dal 1989 sta conducendo con successo il massacro di classe ai danni delle masse popolari.

Sorgente:      Elogio del populismo. Lettera aperta ai suoi nemici

Io son fiero di essere “populista” …