Riflessioni impersonali : perché complicarsi la vita ?


§

Converrete con me che la vita è un viaggio, ma di sicuro non in autostrada, seppur ci siano molti “pedaggi” da pagare;
solitamente il percorso si snoda tra ripidi sentieri, impervie mulattiere, buie scalinate; poche aree di ristoro …

1247-quater

la vita è piena di tutte le “cose” conosciute : fatti, pensieri, azioni, emozioni, gioie, dolori e via discorrendo; fondamentalmente non è un “tragitto” facile;
eppure, nonostante ciò, tanti si comportano in modo tale da caricarsi di un peso supplementare (a mo’ di zaino) da trascinarsi dietro.
Parlo dei “filosofi casarecci” (a Roma direbbero i “filosofi de noantri”) che, dall’alto della loro cultura, nel credersi “intellettuali” invece di essere di esempio si trastullano con il passatempo di giudicare l’altrui operato;
è vero che chi non riesce ad elevarsi in statura, per svettare , a volte si accontenta di sminuire gli altri senza capire che la vita non è una gara, non è una competizione tra uomini … ma vedo che è dura da morire la mentalità secolare del “vediamo chi c’è l’ha più lungo …”

1247-ter

Io che intellettuale non mi reputo (perché non lo sono e non mi interessa “apparirlo”) mi accontento di divulgare il pensiero (ben superiore al mio) di altri (loro si meritevoli di tale appellativo), a volte aggiungendo un mio modesto commento derivato da conoscenze (poche) e conversazioni (tante);
il mio pensiero è che dovremmo tutti portare qualche grano di conoscenza per “nutrirci tutti insieme” non certo tramutare il nostro passatempo in “giochi senza frontiere”;

1247-quinq

discorrere di tutto (anche di quello che non si conosce) è una occasione per ampliare i propri orizzonti e le proprie conoscenze reciproche, è una virtù e non un difetto;
l’importante è farlo con onestà ed umiltà, senza ingannare nessuno ma, ahimè, il mondo è pieno di “intellettuali millantatori” tronfi galli da pollaio con il petto gonfio ove appuntare medaglie;
a me le medaglie non interessano ma mi viene difficile non rendermi conto del mondo che mi circonda;

1247-bis

Ho preso lo spunto per questa riflessione con l’osservazione sia sul mio blog che fuori da esso e spinto anche da un momento personale con una quantità di stress superiore alla media : la vita (oltre che breve) è come ho detto difficile … perché complicarsela ?

Lo spunto preso dal mio blog deriva dagli ultimi miei post che trattavano argomenti ponderosi e complicati;
io (forse superficialmente) mi son autodefinito “ateo” ma è un “appellativo” che vorrei ampliare e ragionarci su (fermo restando i concetti già espressi che non rinnego) ed è quello che sto tentando di fare (oltre che occuparmi di altri argomenti);

certo non è compito facile …

§

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.