Delusione


§

1190

Questo non è un commento ma un piccolo sfogo,
per capirlo occorre mettere innanzi a se due immagini, focalizzare il ragionamento su di esse tralasciando tutto il resto e poi trarne le conclusioni;
le due immagini rappresentano le PAROLE ed i BLOG …
già perché parliamo di “noi” !
Ed ogni riferimento a fatti e persone NON è puramente casuale …

Premettiamo subito un concetto fondamentale : noi bloggher (definiamoci così anche se è riduttivo, in realtà siamo realmente delle persone) abbiamo relazioni ormai quotidiane (neppure con gli amici “veri fisicamente” sono forse così frequenti); tra alcuni si instaura un rapporto più profondo rispetto ad altri e in breve tempo si finisce per considerarsi “amici”, eppure spesso non sappiamo neppure che faccia abbia l’altro (non tutti postano proprie immagini “reali”), non sappiamo quasi nulla uno dell’altro, a volte non siamo neppure sicuri se dietro un nome ci sia un uomo oppure una donna;
se tutti voi che mi leggete, ad esempio, mi incontraste per strada neppure mi riconoscereste;

1189

Ecco allora che in tali rapporti diviene fondamentale il ruolo che assume la PAROLA !
Tutto il rapporto si basa esclusivamente sulla parola e sul peso che essa ha per sua natura ma che qui viene amplificato a dismisura proprio per la sua “solitudine”;
manca nel rapporto la possibilità di valutare visivamente ed emotivamente posture, sguardi, toni … tutto diviene più difficile;
Capire la VERITA’ diviene più difficile;
ma non per questo è una cosa impossibile … a meno che …
a meno che si assuma un atteggiamento superficiale e si eviti di scendere in “profondità” a valutare “tutte” le parole dette nel tempo, la memoria in questi casi “muore” !

Ecco (tornando al titolo) da dove deriva la mia delusione;

sono deluso dal fatto che, quando si viene accusati di falsità intellettuale si prenda per buono tale accusa (lasciandosi convincere anche da motivazioni palesemente fasulle) senza “giudicare” la storia di tutte le parole che hai speso nel tempo …

Ho definito questo uno sfogo, forse sarebbe meglio definirlo una “riflessione” ma di sicuro (colpa mia e della mia ingenuità) è anche una “ferita” …

Ovvio che parlo di “una” persona in particolare con cui pensavo di aver instaurato un sincero e piacevole rapporto comunicativo (perché “solo” quello dovremmo TUTTI ricercare), ovvio che son rimasto deluso dal suo comportamento, ovvio che questo episodio ha contribuito a delineare un aspetto che non consideravo sufficientemente “prima” nei riguardi di questo mondo;

1188

Non ricerco commenti consolatori a queste mie parole perché alcuni di voi hanno, inconsapevolmente, commentato allora in maniera similare in “entrambe le case” (spero si capisca cosa intendo);

Vorrei solo ricordare che siamo forse tutti (a partire da me) troppo superficiali, leggiamo il post del momento, mettiamo il like e, a volte, un commento ma poi lo cancelliamo dalla memoria storica : questa cosa nei rapporti interpersonali di solito non succede ed è un vero peccato che succeda qui;

Le parole di cui quotidianamente lasciamo qui traccia sono rappresentative della nostra storia e della nostra essenza … se siamo sinceri !!!
Io so di esserlo (potete crederci o no, ma “io so che è vero” !) e so con certezza che qualcuno non lo è stato ma mi dispiace che “gli altri” proprio per questa carenza di memoria storica non se ne siano resi conto … (non ve ne faccio una colpa).

Questa cosa, nei limiti dell’ambito in cui siamo, mi rattrista …
poi c’è tutto il resto, quello importante,
la vita “reale” con tutte le sue gioie ed i suoi dolori, con le sue certezze ed i suoi tormenti,
e con i suoi “rapporti” di ogni genere …

😦

§

12 pensieri riguardo “Delusione

  1. Premesso che inquadri molto bene la nostra “essenza” di persone che scrivono in rete, cercando d comunicare ciò che pensano/credono;
    è abbastanza difficile ottenre rapporti poco più che superficiali: non ci frequentiamo fisicamente, atteggiamenti lessicali, posturali, espressività fisica, sono importantissime per un rapporto approfondito.
    Per cui, dalla mia esperienza in rete, più che decennale, anche se da poco scrivo su blog, ho imparato che ci conviene rapportarci sul presente: leggiamo un articolo, brani che ci possono coinvolgere, e trasmettere emozioni, condivisibilità, negatività, …, ma ci si ferma a quel momento, non sapendo che cosa possa esserci nel prossimo futuro.
    In altre parole, sono pochissime le persone che conosco realmente e per le quali potrei garantire totalmete o, “mettere la mano sul fuoco”;
    anche se mi piacerebbe, potermi fidare ciecamente di chi frequento in rete, so che non posso farlo.

    Ciao, buon fine settimana 🙂

    Piace a 4 people

    1. altrettanto a te 🙂

      io invece, che non ho una esperienza così lunga di questo mondo, sto imparando (anche dagli errori) a conoscerlo poco alla volta;
      però un minimo di idea sulle persone che leggi quotidianamente te lo fai e quello che mi ha lasciato perplesso è la facilità con cui, in un attimo e sulla base di una sola univoca informazione (non suffragata da nessuna reale dimostrazione), si perda tutto il bagaglio di “impressioni” e/o “emozioni” che hai di uno che salutavi come “caro amico” …
      Nessuno chiede di mettere mani sul fuoco per nessuno, ma di botto uno sincero non può diventare un vile approfittatore (con equivoci doppi fini) e mentitore … dai … è assurdo …
      tutto qua …

      🙂

      Piace a 4 people

      1. Concordo con te, ma dobbiamo considerare la volubilità umana, che viene accentuata dal mezzo comunicativo.
        Inoltre, ho notato, che spesso la nostra percezione delle persone con cui interloquiamo è inficiata dalle abitudini di comunicazione localizzata. L’ambiente in cui si vive, il dialetto o la forma linguistica in cui ci siamo formati ci fa acquisire metodologie per noi inconscie o scontate, ma che possono essere offensive per chi ci legge.
        Diventano quindi abbastanza facili le incomprensioni …
        Ovvio che nonostante le valutazioni generali che possiamo dare, ci possano essere atteggiamenti di maleducazione vera e propria: dobbimao essere molto attenti per cercare di comprendere se l’incomprensione può essere dovuta in ostri reciproci deficit comunicativi, o sia effettivamente reale.
        È sufficiente che uno dei due si attenga ad una lettura superficiale, ed il litigio diventa irrecuperabile.
        Ciao Claudio 🙂

        Piace a 2 people

  2. A mio avviso, nel bene e nel male, quando il rapporto è solo e solamente attraverso la rete, tutto viene amplificato dal mezzo e portato a dei livelli tali che non si avrebbero quando si ha di fronte una persona in carne ed ossa. Quindi sia elogi che accuse diventano una sorta di forzatura, proprio perché “bisogna” dire qualcosa. Inoltre non va mai dimenticato il fattore personale, perché ognuno di noi spende parole online in uno stato emozionale che potrebbe dipendere da fattori successi nel quotidiano, e spesso queste parole sono puramente sfoghi e parole buttate lì. Avendo maturato una discreta esperienza su internet, posso affermare che coloro che sanno veramente utilizzare il mezzo in una maniera equilibrata e consona sono veramente pochi. Quindi non mi aspetto altro che questo.

    Piace a 3 people

  3. Probabilmente resterei delusa incontrando di persona uno di voi, perche’ in meglio o in peggio sareste sicuramente diversi da come vi ho immaginato. Potrebbe non piacermi il modo di parlare o di porgersi, il profumo che usate o il modo di vestirvi, ma sono sicura che quello che ho percepito della vostra intelligenza, della vostra anima, del vostro modo di essere vicino al mio modo di essere e che mi rende curiosa di leggere sempre cio’ che scrivete, di aspettare, anche con ansia, un vostro commento proprio perche’ tengo al vostro parere, ecco di tutto questo sono sicura di non sbagliarmi. Se cosi’ invece non fosse, se avessi preso una cantonata … beh, ci resterei sicuramente male ma, come in tutte le cose della vita, banalmente, si cambia pagina.

    Piace a 1 persona

    1. quello che dici è verissimo,
      noi ci costruiamo delle immagini mentali dell’altro (sempre che non posti delle foto 😉 ) a cui aggiungiamo le impressioni derivate da quanto leggiamo;
      ovviamente incontrarsi di persona presenta delle opportunità e dei rischi : pensa se immagini un omone e poi ti ritrovi un ometto di 1,50 con la voce di Paperino … 😉

      ma non è di questo che mi dolevo ma del fatto che basta un niente per cancellare un rapporto epistolare che dura da mesi o anni, che una cattiva parola diventa troppo facilmente una brutta verità, che chi credevi di conoscere è l’opposto contrario di quel che pensi, che quello che credevi autentico sia farlocco, che in realtà hai conosciuto non una persona vera ma una maschera (parafrasando Pirandello);

      ciao Giuliana e buona domenica 🙂

      Piace a 1 persona

      1. caro amico, questo succede anche nel mondo reale piu’ spesso che in quello virtuale e ferisce ancora di piu’ perche’ quelle persone ti hanno guardato negli occhi e tu hai guardato nei loro. Nel mondo virtuale qualche incomprensione puo’ nascere perche’, come gia’ hai detto, il tono della voce, la postura, lo sguardo sono talvolta indicativi piu’ delle parole e qui mancano. Ma se nel mondo reale c’e’ chi si cela dietro maschere virtuali, pensa nel mondo virtuale quanti abbagli possiamo prendere! Poi che gusto c’e’ in tutto questo io non lo so, il mio peggior difetto e’ quello di essere trasparente, nel bene e nel male, di dire sempre e senza parafrasi cio’ che penso e, se proprio non posso, chiudo perche’ non mi va ne’ di mentire ne’ di omettere. Credo che anche tu sia cosi’ ed e’ per questo che, come me, prendi delle belle cantonate 😜

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.