Ho visto …


poesia o realtà ???
bellezza o orrore ???

le parole sono bellissime … ma il loro significato …

Giuliana Campisi

image

Ho guardato il mio corpo
in uno specchio
ed ho visto il mondo.
Le nazioni e gli stati
con le loro frontiere.
Le foreste ed i boschi
con le ruspe ed i camion.
Ho visto i mari ed i fiumi
con navi di plastica e catrame,
gabbiani senza ali e balene affamate,
corpi di annegati con gli occhi al cielo
e senza passaporto tra le mani.
Ho visto campi di grano
senza piu’ papaveri
e alberi frondosi senza frutti,
spose bambine senza bambole
con cui giocare
e preti giocare coi bambini.

Ho guardato il mio corpo
in uno specchio
e l’ho visto sussultare,
contorcersi e morire
di fronte a tutto questo orrore.

Giuliana Campisi ©

View original post

Internet


§

254

Questa mattina ad un certo punto Internet ha smesso di funzionare e quindi non ho potuto accedere ai siti che visito normalmente;
in questi casi occorre fare di necessità virtù;
però il senso di frustrazione ed impotenza lascia un po’ di amaro in bocca, ti sembra una limitazione alla tua libertà di fare quello che desideri, ti sconvolge un po’ i piani …
certo è poca cosa e c’è di peggio nella vita (ovviamente) !

Però questi episodi ti fanno riflettere, ti fanno pensare alla “dipendenza” a cui siamo quotidianamente sottomessi dalle tecnologie moderne (pensate anche a restare senza Tv oppure senza telefono o telefonino);

Allora non ti resta che (dopo aver scritto queste righe eheheheheheh) guardare fuori dalla finestra ed accorgerti che “fuori” c’è un mondo …

Ma questo ha un duplice significato :

1) si può e si deve vivere a prescindere dalle “diavolerie” moderne e si deve dedicare più tempo a vivere la vita,

2) che le stesse “diavolerie” sono utili perché ti fanno sapere quello che succede oltre il tuo “campo visivo” …

allora guardando fuori dalla finestra vedi un mondo stupendo (in origine) martoriato dall’uomo con ogni mezzo, stuprato e cementificato, avvelenato ed inquinato, sfruttato e non rispettato … un mondo con tutti i suoi abitanti …

255

allora il senso di frustrazione per una piccola privazione alla tua libertà lascia il posto ad una frustrazione ben più grande a cui nessuno di solito neppure pensa …

ci stanno levando tutti i diritti, ci stanno rendendo degli schiavi ignavi, ci stanno rubando tutto, la vita stessa … in nome del dio denaro, del dio potere !!!

Ogni giorno la situazione peggiora e siamo costretti a sentire i soliti bla bla bla inconcludenti ed insignificanti da parte di media e politici (tutti servi di un solo padrone che ormai ben conosciamo) … e nessuno fiata … nessuno si ribella … anzi tanti applaudono !!!

L’essere umano pensa di avere diritto di comandare sul resto degli esseri viventi a motivo della sua (presunta) maggiore intelligenza, pensa di avere il diritto di sottometterli ed annientarli a suo piacimento, pensa di essere un essere superiore perché i vari “Dio” così gli han detto, fa quello che vuole senza rispetto della vita e dei diritti degli altri abitanti questo Pianeta …

e la sua “presenta” maggiore intelligenza si dimostra di non essere per nulla tale :

una persona saggia ed intelligente non vivrebbe su questo (bellissimo) Pianeta come se ne avesse uno di scorta !!!

Claudio

PS – scusate se eventualmente qualche concetto l’ho già espresso recentemente,
repetita iuvant …

§