una storia non da TG


§

138

Dopo 21 anni di matrimonio, mia moglie mi prese da parte per chiedermi qualcosa di veramente importante. Voleva che passassi il mio tempo con un’altra donna, che la portassi al cinema ed anche al ristorante. Mia moglie disse: “Ti amo tantissimi, ma voglio che trascorri del tempo con questa donna, perché so che ti ama”

Quest’altra donna era mia madre. Viveva da sola da 19 anni, dopo la morte di mio padre. Per il mio lavoro e per il grande impegno che sono i miei tre figli potevo vederla veramente poco.

Così quella stessa sera ho fatto quello che mia moglie voleva. Ho invitato mia madre al ristorante ed al cinema.

“Cosa è successo? Sei sicuro che va tutto bene?”, mi chiese mia madre.

“Ho pensato che sarebbe stata una buona idea passare del tempo insieme. Solo io e te.”, risposi io.

Mia madre, al telefono, rimase in silenzio per qualche secondo e poi disse: “Mi farebbe molto piacere!”

Il venerdì successivo sono andato a prenderla a casa. Ero un p nervoso, era passato tantissimo tempo. Lei si era fatta i capelli e indossava il vestito del suo 25esimo aniversario di matrimonio. Il suo sorriso era raggiante.

“Ho detto alle mie amiche che uscivo con mio figlio, e tutte sono rimaste colpite”, mi ha detto entrando in macchina. “Non vedo l’ora di raccontargli la nostra serata.”

Siamo andati al ristorante. Un posto non troppo elegante ma intimo. Ci siamo seduti e le ho dovuto leggere il menù, dato che riusciva a leggere solamente i caratteri più grandi. Appena ho finito di leggere le portate ho girato gli occhi ed ho visto che mi guardava con un sorriso molto nostalgico. “Quando eri piccolo ero io a leggerti i menù”, mi disse. “Allora devo restituire il favore”, risposi.

Abbiamo cenato e parlato delle nostre vite. Alla fine abbiamo parlato talmente tanto che ci siamo dimenticati di andare al cinema, ma non i è dispiaciuto molto di aver perso il film. Quando l’ho riaccompagnata a casa, mi ha detto di voler uscire di nuovo, ma solo se le promettevo che l’avrei lasciata invitare me. Io ho accettato.

“Com’è andato l’appuntamento”, mi chiese mia moglie al rietro a casa. “È andato benissimo, meglio di come avrei immaginato.”

Non sono però stato in grado di mantenere la promessa che le avevo fatto. Infatti pochi giorni dopo mia madre morì a causa di un problema cardiaco. È successo tutto così velocemente che nessuno ha potuto aiutarla.

Dopo alcune settimane ho ricevuto una busta con una copia di un conto del ristorante in cui ero stato con mia madre. Insieme alla ricevuta trovai un bigliettino con scritto: “Ho pagato questo conto in anticipo. Non ero sicura che avrei potuto esserci. Ho già pagato per due, per te e per tua moglie. Non sai quanto questa serata abbia significato per me. Ti amo tanto, figlio mio.”

Quel giorno ho capito l’importanza di dire “ti amo”, e l’importanza di trascorrere del tempo con la propria famiglia e con le persone a cui vogliamo bene. Niente è più importante dell’amore.

Fonte: http://www.pandapazzo.com/

Con il cuore …


§

Tratta dalla pagina di  Realtà, inganno e manipolazione  su  FB

§

137

“C’era un ricco commerciante che aveva quattro mogli.
La moglie che amava di più era la quarta.
La vestiva con vestiti lussuosi e gli concedeva ogni delicatezza.
Si occupava di lei con la massima cura e non gli negava le cose migliori.
Amava molto anche la terza moglie.
Era molto orgoglioso di lei e cercava sempre di mostrarla ai suoi amici.
Eppure il mercante aveva molta paura che potesse fuggire con qualche altro uomo.
Amava molto la sua seconda moglie.
Si trattava di una persona molto paziente ed egli la considerava la sua confidente.
Ogni qualvolta che si trovava a dover affrontare qualche problema si rivolgeva alla sua seconda moglie ed essa lo aiutava a superare il momento difficile.
La prima moglie infine era una compagna molto fedele e aveva dato un grande contributo alla sua fortuna commerciale e alla cura della famiglia.
Tuttavia il commerciante non l’amava e ben difficilmente seguiva il suo consiglio.
Un giorno il commerciante si ammalò e si rese conto che non avrebbe avuto più molto da vivere.
Pensando alla sua vita lussuosa diceva a se stesso: “E’ vero che ho quattro mogli, ma quando muoio sarò solo. Ah quanto sarò solo!”
Disse alla quarta moglie: “Ti ho amato più di tutte, ti ho rivestito degli abiti più raffinati e non ho trascurato per te nessuna cura.
Ora sto morendo, vuoi seguirmi e continuare a farmi compagnia?” “Certo che no!” esclamò la quarta moglie e si allontanò senza dire altro. La risposta trafisse il cuore del mercante come un coltello affilato.
Triste, il mercante disse allora alla terza moglie: “Ti ho amato tanto per tutto il corso nella mia vita. Ora sto morendo, vuoi seguirmi e tenermi compagnia?” “No, rispose la terza moglie, la vita è davvero buona qui, e mi risposerò quando tu morirai!” Il cuore del mercante divenne freddo come ghiaccio.
Disse allora alla seconda moglie: “ Mi sono sempre rivolto a te e tu mi hai sempre aiutato. Adesso ti chiedo di aiutarmi ancora. Sto morendo, vuoi seguirmi e tenermi compagnia?”. “Mi dispiace, questa volta non posso aiutarti, disse la seconda moglie, al massimo posso farti seppellire”. Questa risposta colpì il mercante come un fulmine e ne fu devastato.
Sentì un grido: “Io verrò con te, ti seguirò ovunque tu andrai”.
Il mercante guardò su e vide la sua prima moglie. Era così magra da sembrare denutrita. Molto dispiaciuto il mercante disse: “Avrei dovuto occuparmi meglio di te”.
Ebbene ognuno di noi prende quattro mogli nella sua vita.
La quarta moglie è il tuo corpo.
Non importa lo sforzo con il quale lo curi, dovrai lasciarlo.
La tua terza moglie è ciò che possiedi, la tua condizione, la tua ricchezza.
Quando muori tutto va agli altri.
La seconda moglie sono la tua famiglia e i tuoi amici. Per quanto ci stiano vicini nella vita non possono stare con te nella morte..
La prima moglie è invece la tua anima. Tanto trascurata e negletta nella ricerca dei beni materiali e dei piaceri sensuali. E’ davvero l’unica cosa che ti segue ovunque tu vada.
Sarebbe bene occuparsi di essa e coltivarla prima di essere sul letto di morte e disperarsi.”

§

Un uomo decide di vivere in una caverna. Non crederete a come la trasforma


Un uomo decide di andare a vivere in una caverna. Un video ci mostra come l’ha completamente trasformata e cosa ha creato. Pazzesco

Sorgente: Un uomo decide di vivere in una caverna. Non crederete a come la trasforma

 

Un incredibile ritorno alla Natura …

semplicemente meraviglioso …

Tenerezze


anche la tenerezza trova posto nel cuore dell’Uomo …

Giuliana Campisi

Lo so, forse eccedo in tenerezze, sono una romantica tardona, ma la bellezza della natura in tutte le sue manifestazioni mi estasia,  mi commuove e non me ne vergogno.

La bellezza e la tenerezza sono la miglior cura, il migliore antidoto, la migliore medicina contro la depressione, contro la tristezza ed i malumori. Ed e’ gratis e ticket esente.

immagine reperita dal web immagini reperite dal web

FB_IMG_1459151118676FB_IMG_1459151265568

View original post

tanto perché si sappia …


§

12924340_10153111337922255_4987549854557077402_n (1)

Per preparare il terreno alla produzione di olio di palma, vengono provocati incendi che distruggono foreste e numerose specie animali e vegetali.
Il Ministero della Salute ammette che l’olio di palma è pericoloso per la salute dei cittadini.
Il M5S propone di mettere la dicitura “l’assunzione eccessiva di olio di palma può essere dannosa per la salute” sui prodotti che lo contengono.
IL PD BOCCIA L’EMENDAMENTO !!!
Ancora una volta la banda di Rignano e i suoi seguaci dimostrano come hanno a cuore gli interessi delle lobbies (questa volta l’industria alimentare)…
E SE NE FOTTONO ALTAMENTE DELLA NOSTRA SALUTE E QUELLA DEL PIANETA …

Paul Manners

§

Diagnosi della Erasmus Generation: l’ultima “privatizzazione” – Blondet & Friends


La famiglia di Giulio Regeni, il ricercatore ucciso al Cairo perché per conto di “docenti britannici” s’era introdotto nella opposizione clandestina con cui simpatizzava, e su cui scriveva articoli su […]

Sorgente: Diagnosi della Erasmus Generation: l’ultima “privatizzazione” – Blondet & Friends

 

I punti di vista oggi ???

pura questione di angolazioni …

(e purtroppo non di uso del cervello)

Quello che si è scoperto sull’attentato di Bruxelles è inquietante! Guardate…


Tutto quello che TV e Istituzioni non diranno mai sul duplice atto terroristico di Bruxelles. La realtà proiettata dai media è tutta falsificata e da ricostruire nelle reali dinamiche, intenzioni e conseguenze. Questo video raccoglie le immagini più utili e le considerazioni più credibili per ricostruire i fatti occorsi a Bruxelles e smentire, come spesso

Sorgente: Quello che si è scoperto sull’attentato di Bruxelles è inquietante! Guardate…

 

e tu chiamale , se vuoi,  sensazioni …