Incipit


Bugiesumiopadre

Decisi di andare via, tra le urla disperate dei miei figli. Era l’ennesimo litigio per futili motivi, scatenato dalla malsopportazione.

Io non ero quello che lei voleva, lei non la sopportavo più. I ragazzi di tutto questo non se ne fregavano nulla, volevano papà e mamma. Ci eravamo ritagliati ognuno uno spazio di genitore anche se lei tendeva ad invadere qualsiasi campo.

Avevo imparato col tempo a far finta di nulla, a soprassedere agli insulti, alle violenze verbali e ad attenuare qualsiasi tentativo di provocazione.

Ma non vivevo la mia vita e col tempo mi rendevo conto che stavo dando anche ai miei ragazzi una immagine distorta di me.

Non so se vi è capitato mai di buttarvi da uno scoglio alto. L’altezza, le vertigini, il senso di vuoto bloccano il salto. Arriva un momento però in cui il coraggio ti spinge a saltare. Sai che prima o poi ti…

View original post 121 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.