destinazione Uomo


tratta dalla pagina di   Realtà, inganno e manipolazione  su  FB

§

“La felicità, che doveva appartenere alla nostra specie, non si mostra più fra noi se non come un fenomeno e un prodigio.
Le nostre lacrime sono oggi i soli segni della nostra fraternità: non siamo più parenti che nella disgrazia.
Fra questo gran numero di uomini, a fatica ve n’è uno che non si svegli per altra cosa se non per essere la vittima o il carnefice di suo fratello.
Oh uomo!
Fermati al centro degli abissi in cui ti sei immerso, se non vuoi immergertici ancora di più.
Richiama un istante il tuo giudizio.

Voglio giustamente scusarti per un momento di misconoscere la sublime destinazione che avresti da adempire nell’universo; ma almeno non dovresti accecarti sul ruolo insignificante che vi adempi durante il breve intervallo dalla tua culla fino alla tua tomba.
Getta uno sguardo su quanto ti occupa durante questa tragitto.
Potresti credere che fosse per una destinazione così di poco conto, che ti troveresti dotato di facoltà e di proprietà tanto eminenti?
Non saresti nato così penetrante, così grande, così vasto nelle profondità dei tuoi desideri e del tuo pensiero, se non per consumare la tua esistenza in occupazioni tanto fastidiose per la loro periodicità; tanto tenebrose e tanto limitate nel loro scopo; infine tanto contrarie alla tua nobile energia, con il capriccio, che solo sembra tenerli nella sua dipendenza ed esserne l’arbitro sovrano?

Questo sublime privilegio della parola, soprattutto, credi tu che sia dato soltanto per intrattenere giornalmente i tuoi simili col racconto delle tue monotone occupazioni, e della storia della tua vita bestiale; per stordirli con la tua rumoreggiante eloquenza a giustificazione dei tuoi furori o dei tuoi deliri; o per ingannarli e fuorviarli, con le innumerevoli e abusive invenzioni favolose del tuo pensiero?

No, l’uomo non è nelle misure che gli sarebbero proprie; è evidentemente in una alterazione.
Si, un incantesimo dominatore sembra comporre l’atmosfera in cui siamo immersi. Siamo ridotti a respirare ininterrottamente e quasi esclusivamente questo vapore di illusione che ci circonda, e che ci trasmettiamo quindi gli uni agli altri, dopo averlo infettato ancora con la nostra propria corruzione.”

(Louis Claude de Saint-Martin)

§§§§§

un pensiero che ha 250 anni ma talmente tanto attuale …
(le immagini sono una mia aggiunta)

Claudio

§

2 pensieri riguardo “destinazione Uomo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.