come rovinarsi la colazione mattutina


oggi …

ho l’abitudine, intanto che mi preparo e poi faccio colazione, di accendere la Tv e sentire gli sproloqui quotidiani dei soliti (pochi, son sempre gli stessi che girano) volti di politici e connessi; tutti i giorni ti fanno cadere le braccia (specialmente se pensi a quanto vengano “creduti” invece dalla massa di persone che non si informa che tramite questi media che definirli servili è poco), oggi il Signor Corrado Passera è riuscito addirittura a farmi arrabbiare.
Tralascio di parlare della sua carriera (è stato anche per un periodo il mio Amministratore Delegato) perché non mi va di riesumare Attila, evito anche di parlare del suo operato nel governo Monti

(quando Attila fu invece la Fornero) che doveva servire e compiacere l’Europa (che in realtà non esiste come tale ma solo come “le Banche d’Europa”).

Parlando dell’attualità (l’argomento era la possibilità di anticipare l’uscita dal mondo del lavoro di cui si sta parlando in questi giorni) ha detto tante cose che non condivido ma una in particolare mi ha fatto saltare sulla sedia.
Ha detto che chi pensa che l’Inps sia un “posto” dove il lavoratore mette i suoi soldi che un giorno gli saranno restituiti (in forma di pensione) sbaglia di grosso perché non è così!
Come non è così ???
E come dovrebbe essere altrimenti ???
Il fatto che l’Inps usi “materialmente” i soldi di chi sta lavorando per pagare la pensione a chi ha lavorato è solo una contingenza non la regola normativa, deve essere solo una questione pratica altrimenti significherebbe che l’Inps ha buttato via i mie soldi perchè per prenderli li ha presi (garantito).
Quindi ha concluso che la mancanza di fondi non rende possibile nesuna manovra di flessibilità in uscita !
E qua mi parte l’embolo !!!
E qua mi compare dinanzi il mostro a tre teste chiamato DIRITTI ACQUISITI …images 3 teste

Nel passato hanno compiuto le peggiori porcherie immaginabili da mente umana e disumana:

* hanno concesso la pensione a lavoratrici dopo solo 14 anni di contribuzione e 35 anni di età (e per gli uomini solo 5 anni in più),
* hanno (ma ancora lo fanno) concesso la pensione (e che pensione) a deputati e senatori, alcuni addirittura con un solo giorno di presenza in Aula in pochi mesi di mandato, tantissimi con tassi di assenteismo oltre il 98% (e non serve fare nomi, vero?)
* hanno concesso la pensione ai membri dei più alti consessi della Repubblica (tipo la Corte Costituzionale) qualche mese dopo la loro “promozione” a Presidente di turno per fargli guadagnare di più,
* hanno inventato il metodo “retributivo” proprio per rendere possibili questi palesi inganni,
* poi visto che serviva hanno accorpato all’Inps tanti fondi di categoria che di loro stavano economicamente benissimo (anche il mio) buttando tutto nel calderone ed impoverendoli drammaticamente,
* hanno ritardato enormemente l’instaurazione del più equo metodo “contributivo” creando ppo una immane confusione per l’accorpamento con il precedente (il retributivo),
* e ho lasciato per ultima la cosa per me più grave: hanno fatto carico ai soli lavoratori dell’assistenzialismo (che in Italia ha numeri che altri Paesi si sognano, per loro fortuna), assistenzialismo reale ma anche quello truffaldino;
Semplicemente assurdo, immorale e pazzesco è il fatto che le pensioni sociali e quelle di invalidità siano a carico dell’Inps !!!
Le pensioni sociali che vengono elargite a chi non ha mai versato un centesimo di contributi, cosa che vale anche per quelle d’invalidità (e qui la rabbia aumenta al pensiero di quante in questo Paese di furbi siano quelle false, specialmente in alcune Regioni) !!!
Ma come è possibile che tutti questi (tantissimi) soldi li debbano pagare i soli lavoratori con i “loro” contributi ???
Ma come si può fare una cosa così assurda ???
Costoro dovrebbero essere pagati da tutti gli Italiani quindi non dall’Inps ma dall’Irpef (cioè dalla fiscalità ordinaria)!!!
Ma questo obbrobrio non è stato mai negli anni corretto da alcuno …
Così stante le cose è ovvio che lo svuotamento delle casse dell’Inps è solo una pura questione di tempo … ma non mi si venga a dire che tutti i contributi da me versati non ci sono più perché SONO SOLDI MIEI purtroppo “custoditi” da una manica di manigoldi !!!
E poi ti arriva la Fornero che sistema tutto (specialmente gli esodati)… come ben sapete !!! E si comporta peggio dei “politici di professione” …

E se volete sapere come io risolverei il problema ve lo dico brevemente:
*abolizione in primis dei “diritti acquisiti” perché quando al ladro lo becchi, la refurtiva non è un suo “diritto acquisito”, gliela togli e la rendi al legittimo proprietario!!!

Capisco che costoro non hanno “rubato” direttamente nulla perché hanno solo approfittato di una (insana) legge che glielo consentiva ma se una legge la rendi illegittima ne rendi nulli anche gli effetti (almeno per il futuro, solo se si volesse, il problema è che “qualcuno che ci rimetterebbe” e che ha voce in capitolo, non lo vuole).

Ma con un semplice ricalcolo di tutte le pensioni in essere con il metodo contributivo e relativo adeguamento per il futuro, fatto salva una soglia minima al di sotto della quale non si tocca nulla, (e magari una massima oltre cui non andare) si risolverebbe il problema: e nessuno si dovrebbe lamentare perché hanno “ciucciato la tetta” parecchio nel passato e quindi gli è pure andata molto bene … oppure pensate che quelli che percepiscono dai 30 ma fino anche ai 90 mila € al MESE hanno versato contributi che consentano tale emolumento ???

Inoltre per i politici i contributi versati durante la legislatura (tra l’altro da noi e non da loro) non devono dare diritto a nessuna pensione diretta ma debbono essere solo cumulabili a quelli degli altri periodi contributivi ed anche per loro devono valere gli stessi requisiti di anzianità degli altri cittadini (e di anni di contributi versati) !!!

Che dite … TROPPO SEMPLICE ???

Allora se no lo si fa è perché manca la volontà politica e non si vogliono toccare i PRIVILEGI che son ben diversi dai DIRITTI ACQUISITI !!!
Abbiano il coraggio di chiamarli con il giusto nome …

Riavere indietro i soldi che ho versato in una vita lavorativa, quello si che è un mio DIRITTO … INALIENABILE …

Claudio