Preghiera


Due persone pregano
Il primo domanda:
“Com’ é possibile che io viva nell’angoscia e tu nella gioia, se entrambi preghiamo per lo stesso numero di ore?”
L’altro risponde:
“Perchè tu preghi sempre per chiedere e io prego solo per ringraziare.”

Alejandro Jodorowsky

Neve


Sherko Bekas
Poeta Curdo

Poveri “montanari”,
il vostro amore è una neve…
una neve di quattro stagioni…
Nevica e m’imbianca il verso…
come posso lasciare che cada
nel male, e che si imbronci
il nostro cielo con me?
E come può ingrigire la polvere nera della rabbia
il suo candore bianco?
Abbassare la fronte
per rispetto al Halgurt dei vostri cuori.
Non c’è vita in me se non esplode il tempo
di quella vostra neve, ma non voglio
se non in quella neve morire.

Nail clipper


 

Quest’oggetto di uso quasi quotidiano, un po’ snobbato e guardato con superficialità, comunque molto utile, andrebbe rivalutato e si potrebbe addirittura farlo assurgere a simbolo;

perchè, vi chiederete, dopotutto in pratica serve solo ad eliminare periodicamente gli eccessi di “cheratina” dai nostri arti …

perchè, rispondo io, dovrebbe ricordarci periodicamente la necessità di eliminare dalla nostra vita tanti altri tipi di “eccessi” …

eccessi di ogni genere, autoprodotti oppure indotti dall’ambiente esterno (pubblicità, mode, costumi, usanze, convenienze ed altrui comportamenti)
così come si fa con le piante che vengono sottoposte a potature.

“La potatura è necessaria solo quando si nota nella pianta qualche problema o qualche ramificazione troppo estesa, che può ledere il benessere e la produttività (sia in termini di crescita generale sia in quanto a fiori e frutti)” – da Wikipedia.

Quindi, così come la potatura porta un benessere generale alla pianta, l’eliminazione degli eccessi porterebbe benessere e semplicità alla nostra vita.
Ognuno rifletta sui propri personali eccessi e valuti la fondatezza del mio pensare.

Vi chiederete il perchè di questa mia riflessione,
semplice … oggi ho tagliato le unghie
e la cosa mi ha fatto riflettere …

Claudio