Pessimismo o Realismo ?


v global_warming

Telegiornale
notizie dalla Grecia
il primo commento successivo
è inerente alle reazioni dei mercati

v 315472_253513231337178_237489646272870_818249_1971132_n

non importa a nessuno della vita delle persone,
del loro futuro, della loro eventuale sopravvivenza …

l’interesse dei media è tutto incentrato sulle perdite
delle Borse, sui soldi virtuali, sulle reazioni dei Mercati

allora, cosa è diventato l’Uomo ???

un effetto collaterale, un accessorio, un contorno
del mondo di oggi, un essere senz’anima …
un mondo dove contano i numeri e non i sentimenti
il potere economico e non i sani valori morali
i guadagni e le perdite e non la vita e la morte
le multinazionali e le lobbies e non le comunità
e soprattutto i soldi (che neppure esistono in realtà) …

è una vera e propria deriva che si arresterà
solo con una catastrofe globale ???

a giudicare dai governi mondiali attuali
(servi dei potentati, ben conosciuti ormai)
e vedendo i loro operati privi di qualsiasi
forma di etica, equità, giustizia e morale
e vorrei aggiungere “intelligenza”
la risposta non può che essere affermativa …

e chi può coscientemente affermare che per
questo Pianeta l’estinzione della razza umana
sarebbe una disgrazia ???

v stockfresh_2612652_post-apocalyptic-survivor-in-gas-mask_sizeM

Claudio

Destra e Sinistra ?


ormai sta diventando una consuetudine
passarvi dei testi che il mio amico Alfredo passa a me
ma che volete … scrive bene belle cose …


Buona domenica viaggiatori del pensiero

Oggi vorrei parlarvi dell’essessionamte dibattito (tipicamente Italiota) su
destra/sinistra (Gaber ci aveva pensato molto prima di me), che continua,
ininterrotto da oltre quarant’anni, sempre uguale, stucchevole, senza nuovi pensieri originali, uno scontro tra tifoserie.
Nel frattempo, i tifosi che continuano a sventolare le bandiere, battere sui tamburi, e soffiare nei fischietti, non si sono accorti che i rappresentati della sinistra, si sono trasformati in “sinistri” nel senso più deteriore del termine. I destrorsi, per non essere da meno, si rappresentano come duri e puri, curando molto il look, quindi bomber, rasatura del cranio o cresta, tatoo d’ordinanza e via dicendo.
Lo spirito – sociale – che ha ispirato le due parti, e che ha avuto degnissimi
teorizzatori e pensatori che hanno dedicato la loro vita ad interpretare la società e i suoi cambiamenti sono spesso citati, per apparire colti, non hanno mai letto, e quando lo hanno fatto non hanno capito, l’idealismo che ispirava questi intellettuali.

Oggi vi sottopongo il pensiero ispiratore e originale della “sinistra”…

Da: IDEOLOGIA TEDESCA (1845) – Frederich Engels (figlio di Industriali
tessili) e Karl Marx (sì proprio lui eheheh)

“Nella società comunista (sarebbe meglio dire comunitaria ndr) in cui ciascuno non ha una sfera di attività esclusiva, ma può perfezionarsi in
qualsiaisi ramo a piacere. La sicietà regola la produzione generale e in tal modo mi rende possibile di fare oggi questa cosa, domani quell’altra.
La mattina andare a caccia, il pomeriggio pescare, allevare bestiame, dopo pranzo criticare, così come mi vien voglia; senza diventare ne cacciatore,
ne pescatore, ne pastore, ne critico.”

da: LA TOLLERANZA REPRESSIVA – Herbert Marcuse

“L’argomento democratico implica una condizione necessaria e cioè che la gente possa essere in grado di decidere e scegliere sulla base di conoscenze, che possa avere accessi a informazioni attendibili, in modo che la sua valutazione sia il risultato di un pensiero autonomo.”
Con cotanti “maestri” i pseudo politici nostrani, per mero interesse di bottega, hanno inventato il “cattocomunismo”, cioè il peggio delle due correnti di pensiero, imbastardendo gli ideali e e i pensieri originari, riuscendo a instupidire un popolo, con campagne di disinformazione e presentando modelli sociali demenziali, ma che servono i potentati economici e finanziari che indirizzano, costringono psicologicamente, a consumi e stili di vita, che niente hanno a che fare con una socialità sana e propositiva.
I pochi che cercano di rimanere “integri”, i famosi hombres vertical, fanno
le voci fuori dal coro e, guarda caso, sono osteggiati, oscurati, combattuti.

Non so quanti di voi sappiano chi era Edmondo Berselli, uno di sinistra eh,
ma intellettualmente onesto.
Nel suo libro POST ITALIANI, scrisse questo:
“Che genialità sfacciata mettere insieme l’ossequio formale al catechismo elementare, con l’offerta di massa di culi, tette, calcio, Grande Fratello, real TV e dibattiti sulle scopate della casa reclusorio, costituisce una sintesi risolutiva, è sufficiente sostituire la parola “ETHOS” con “ETHNOS”, l’etica
pubblica con i costumi prevalenti, e il gioco è fatto.
Si ottiene la sovrapposizione perfetta fra la politica e il privato, con l’eccezione trasfromata in regola; il risultato sarà un’Italia al quadrato, in cui l’élite intensifica a dismisura la vocazione condominiale della società e gratifica in modo speculare se stessa in quanto si percepisce come l’espressione genuina del popolo, o della “gente” senza il fastidio di modelli alti e aristocratici e comunque senza la preoccupazione di migliorare le attitudini congenite, ne le proprie, ne le altrui.”
Eppure la gente continua a tifare, senza accorgersi della deriva degli ideali, dell’etica, della moralità (trasformatasi in moralismo), facendosi “sodomizzare” non solo fisicamente, ma anche mentalmente…
Alè, tutti al mare a mostrar le chiappe chiare…