l’eternità – Fabrizio Moro


E’ eterno il sorriso ingenuo di un bambino
sono eterne le mie parole in un bicchiere di vino
è eterna la radice di un albero che ha visto la storia
un pensiero contaminato dalla memoria

E’ eterno chi ha scelto di vivere a suo modo
la mia voglia, la pace, la guerra fra il gatto ed il topo
è eterno un soffio di vento mentre chiudi i tuoi occhi
ed ogni cosa che ti da un emozione quando la tocchi

Aspetta qui per un minuto
e stringi le mie mani fino all’infinito
che se ti guardo io non ci credo
che da domani sarà tutto cambiato
e non ci vedremo più
quando in fondo l’eternità per me sei tu

E’ eterna la festa che fanno nel mio quartiere
chi salta dalla vetta più alta quando sta per cadere
le leggerezza quasi scontata di questa canzone
un idea che cambia il pensiero di tante persone

Aspetta qui per un minuto
e stringi le mie mani fino all’infinito
che se ti guardo io non ci credo
che da domani sarà tutto cambiato
e non ci vedremo più
quando in fondo l’eternità per me sei tu

Na na na…

che se ti guardo io non ci credo
che da domani sarà tutto cambiato
e non ci vedremo più
quando in fondo l’eternità per me sei tu

Acqua – Fabrizio Moro


Ascoltare impazienti il fluire del tempo
assicurarsi con un piccolo dolore di esser veri
lasciare un frammento del nostro pensiero
a chi ha pensato poco o non ha pensato mai
distrarsi dal passato, crescere un figlio
sbagliare a priori, piangere
tutto questo è vita, tutto questo è…
svegliarsi con la voglia di fare
e puntualmente non fare
riscuotere il consenso di chi non ti ha voluto bene
straziarsi la testa schiavi di un pensiero
andare forte, sempre più forte anche in salita
e chiedermi ogni giorno tu dove sei finita
se tutto questo è vita e io la lascio correre
tu di acqua ne è passata
sotto a queste scarpe, fra le mani
davanti agli occhi e nello stomaco
camminare camminare camminare camminare
su una strada di chiodi a piedi nudi e sopportare il dolore
lasciare che il tempo ci invecchi le ossa
scaldate dal coraggio acquisito a forza di pugni nella faccia
affrontare il percorso nella notte senza torcia
spostare i ramoscelli dagli occhi
tutto questo è vita
fumare, bere, ridere, scopare, fare l’amore
insistere quando le spalle hanno ceduto a fatica
e chiedermi ogni giorno tu dove sei finita
se tutto questo è vita e io la lascio correre
tu di acqua ne è passata
sotto a queste scarpe, fra le mani
davanti agli occhi e nello stomaco
sciacquarsi la bocca prima di sputare in aria
esistere e chiedermi ogni giorno
tu dove sei finita
se tutto questo è vita
e io la lascio correre
tu di acqua ne è passata
sotto a queste scarpe, fra le mani
davanti agli occhi e nello stomaco
sotto a queste scarpe, fra le mani
davanti agli occhi e nello stomaco

One Last Time – Ariana Grande


 

Ero una bugiarda

Ho assecondato il fuoco
So che dovrei dovuto combattere
Alla fine sono onesta
Sento come un fallimento
Perché so che ho rovinato te
Avrei dovuto fare meglio
Perché non vuoi una bugiarda (andiamo)

E so, e so, e so
Lei ti dà tutto, ma, ragazzo, non ho potuto dartelo
E so, e so, e so
Che hai tutto
Ma non ho niente qui senza di te

Così un’ultima volta
Ho bisogno di essere colei che ti porta a casa
Un’altra volta
Prometto che dopo ti lascerò andare
Baby, non mi importa se lei hai nel tuo cuore
Tutto quello che importa davvero è che si svegli tra le mie braccia
Un’ultima volta
Ho bisogno di essere quella che ti riporta a casa

Io non lo merito
So che non me lo merito
Ma stai con me un minuto
Giuro che ne farò valere la pena
Non puoi perdonarmi?
Almeno solo per il momento
So che questo è colpa mia
Avrei dovuto essere più attenta (andiamo)

E so, e so, e so
Lei ti dà tutto, ma, ragazzo, non ho potuto dartelo
E so, e so, e so
Che hai tutto
Ma non ho niente qui senza di te

Io non lo merito
So che non me lo merito
Ma stai con me un minuto
Giuro che ne farò valere la pena
Non puoi perdonarmi?
Almeno solo per il momento
So che questo è colpa mia
Avrei dovuto essere più attenta (andiamo)

So che non dovrei combatterlo
Almeno sono onesta
Ma stai con me un minuto
Giuro che ne farò valere la pena
Perché non voglio stare senza di te

Così un’ultima volta
Ho bisogno di essere colei che ti porta a casa
Un’altra volta
Prometto che dopo ti lascerò andare
Baby, non mi importa se lei hai nel tuo cuore
Tutto quello che importa davvero è che si svegli tra le mie braccia
Un’ultima volta
Ho bisogno di essere quella che ti riporta a casa

Un’ultima volta
Ho bisogno di essere quella che ti riporta a casa

Up patriots to arms – Franco Battiato


La fantasia dei popoli che giunta fino a noi
non viene dalle stelle…
alla riscossa stupidi che i fiumi sono in piena
potete stare a galla.
E non colpa mia se esistono carnefici
se esiste l’imbecillità
se le panchine sono piene di gente che sta male.
Up patriots to arms, Engagez-Vous
la musica contemporanea, mi butta giù.

L’ayatollah Khomeini per molti è santità
abbocchi sempre all’amo
le barricate in piazza le fai per conto della borghesia
che crea falsi miti di progresso
Chi vi credete che noi siam, per i capelli che portiam,
noi siamo delle lucciole che stanno nelle tenebre.

Up patriots to arms, Engagez-Vous
la musica contemporanea, mi butta giù.

L’Impero della musica è giunto fino a noi
carico di menzogne
mandiamoli in pensione i direttori artistici
gli addetti alla cultura…
e non colpa mia se esistono spettacoli
con fumi e raggi laser
se le pedane sono piene
di scemi che si muovono.

Up patriots to arms, Engagez-Vous
la musica contemporanea, mi butta giù.

mi butta giù
Up patriots to arms, Engagez-Vous